Cronaca

Originale “blitz” dei finanzieri a scuola. Per una lezione di legalità

I militari delle fiamme gialle hanno tenuto un incontro con gli scolari dell'Istituto tecnico economico "Francesco Calasso". Attraverso esempi e dimostrazioni, hanno spiegato loro concetti come imposizione fiscale ed evasione

Un momento dell'incontro con gli studenti

 LECCE –  Decine di militari della guardia di finanza hanno raggiunto l’Istituto tecnico economico statale “Francesco Calasso”, a Lecce, accompagnati dai cani antidroga. Non si è trattato di un blitz, bensì di un originale rendez-vous tra centinaia di studenti e gli uomini delle fiamme gialle, per discutere di legalità economica.

E’ un evento ideato a seguito di un protocollo d’intesa stipulato tra il comando generale della guardia di finanza e il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per incrementare tra gli adolescenti quella coscienza civica, indispensabile nella loro evoluzione in nuovi cittadini adulti del domani.  

Nell’aula magna dell’istituto, gremita di volti giovani incuriositi dalla divisa e dal microfono che continuava a vorticare per raccogliere interventi e dubbi, si è discusso di diritti e doveri che riguardano il mondo economico.

Oltre al portavoce del comando provinciale, il colonnello Vincenzo Di Rella, al preside dell’istituto, Mario Portaccio, ha preso parte al dibattito, conducendolo, Laura Patriarca, comandante della compagnia di Lecce. Prima di raggiungere la palestra dell’edificio, per una dimostrazione concreta delle unità cinofile, i finanzieri hanno portato all’attenzione dei ragazzi una serie di esempi utili, e quotidiani, di corretta cultura economica.

 Cominciando, semplicemente, col farsi rilasciare lo scontrino. O evitando il mercato nero della contraffazione delle merci. Questi i messaggi principali lanciati nel corso della mattinata ai futuri “economisti”. Del resto, come ha anche spiegato la carrellata di filmati e diapositive, non è combattendo l’evasione fiscale che si potrebbero  evitare i tagli alla scuola?

Concetti ripresi anche in un filmato trasmesso, con un dibattito tenuto dal giornalista Rai Franco Di Mare. Il conduttore televisivo, lanciando nozioni analoghe, agli scolari del primo istituto che ha aderito all’iniziativa, ha ribadito come la grande criminalità si nutra ormai dalla grande  mangiatoia dei mercati finanziari. L’ultimo invito che ha rivolto agli studenti è stato quello di leggere, o rileggere, il libro “Gomorra” di Roberto Saviano, per trovare riscontro di come sani, piccoli comportamenti economici potrebbero evitare grandi disagi sociali futuri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Originale “blitz” dei finanzieri a scuola. Per una lezione di legalità

LeccePrima è in caricamento