Cronaca

Finisce in ospedale per l'alcol, e ne approfitta per svaligiare la cappella

Un 33enne di Surbo è stato arrestato per furto aggravato dopo aver trafugato oggetti di valore dalla cappella dell'ospedale

LECCE – E’ stata una nottata più movimentata del solito quella vissuta nell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Protagonista della singolare vicenda un 33enne di Surbo, finito al Pronto Soccorso del nosocomio leccese per un’intossicazione da alcol. L’uomo, però, dopo le prime cure del caso, si è allontanato senza attendere la prognosi e la relativa dimissione, ma è stato fermato da un addetto alla vigilanza, insospettito dal fatto che il 33enne stava uscendo dall’ospedale portandosi dietro una cesta, all’interno della quale vi erano numerosi oggetti di valore.

Sul posto, poco dopo, sono intervenuti gli agenti delle Volanti della polizia, che hanno arrestato D.E.F. per il reato di furto aggravato. Gli agenti, infatti, hanno accertato che l’uomo aveva trafugato gli oggetti, per un valore di circa 1500 euro, dalla cappella dell’ospedale. Il 33enne è stato quindi arrestato e condotto presso la casa circondariale di Lecce a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce in ospedale per l'alcol, e ne approfitta per svaligiare la cappella

LeccePrima è in caricamento