rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca

Finte assunzioni per riscuotere le indennità: in 24 finiscono nei guai

I carabinieri hanno scoperto una società costituita ad hoc per truffare l’Inps. Il danno accertato ammonta a 300mila euro

LECCE - Assunzioni fittizie per riscuotere le indennità come quelle di malattia, maternità, disoccupazione e pensione: è quanto hanno scoperto i carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro, con il personale dell’Inps e i colleghi del comando provinciale di Lecce indagando su una società.

Questa sarebbe stata costituita ad hoc per truffare l’istituto di previdenza che ha riportato, tra prestazioni erogate non dovute e contributi previdenziali non versati, un danno sui 300mila euro.

All’esito degli accertamenti, sono finiti nei guai un imprenditore del settore del confezionamento di abbigliamento, un consulente del lavoro e 22 pseudo lavoratori.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finte assunzioni per riscuotere le indennità: in 24 finiscono nei guai

LeccePrima è in caricamento