“Verifiche in casa, chi non è residente deve andarsene”: finti manifesti in tutta Italia

Volantini sono stati diffusi in diverse città: riportano logo e intestazione del Ministero dell’interno. La polizia invita a segnalare questi falsi avvisi

Uno dei manifesti sequestrati dalla polizia.

LECCE - Alle sale operative delle questure e delle varie forze dell’ordine sono arrivate diverse segnalazioni: ma erano tutte fasulle. Anche a Lecce, la polizia ha messo in guardia i cittadini: diffidare da finti manifesti, come quelli riportati nella foto. Qualcuno, utilizzando impropriamente la carta intestata del Ministero dell’interno-Dipartimento di pubblica sicurezza, con tanto di logo della Repubblica italiana, ha avvisato gli italiani che le forze dell’ordine passeranno per dei controlli.

Verifiche che, stando a coloro che hanno divulgato queste informazioni, sarebbero effettuate all’interno delle abitazioni. Le locandine avvertono inoltre del fatto che tutti coloro che sono in possesso del domicilio presso quella casa, ma non della residenza, saranno multati per un importo di 2016, ma rischiando anche l’arresto per tre mesi, fino a un massimo di 12 anni di reclusione “nei casi più gravi”.

Questo il testo riportato sui volantini diffusi e affissi in diversi luoghi. La polizia esorta a segnalare la presenza di eventuali comunicazioni simili, assolutamente false e perseguibili penalmente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

  • Ubriaca alla guida colpisce auto, poi si ribalta: illesa una 21enne

  • Da Martano originale campagna per uso della mascherina. Il sindaco: “Monito ai negazionisti”

Torna su
LeccePrima è in caricamento