Cronaca Via Tito Schipa

Focara di Novoli 2013: la carica dei 50mila curiosi, tutti con il naso all'insù

La grande pira in onore di Sant'Antonio Abate è stata accesa mercoledì, davanti a migliaia di persone, accorse per assistere all'evento. Durante i festeggiamenti, un dardo ha ferito lievemente un uomo

L'immagine della grande pira di Novoli (Foto di Antonio Quarta)

NOVOLI – In decine di migliaia hanno assistito alla "Focara" di Novoli, l'evento più atteso dell'inverno, sfidando il freddo. E l'impazienza. Come tutti gli anni, intorno alle 20,30 un groviglio di fascine e tralci di vite, alto circa 25 metri e allestito in onore di Sant'Antonio Abate, è stato acceso in piazza Tito Schipa, nel comune dell'hinterland leccese, e ingoiato dalle fiamme, scatenando colori e scintilli, in una pioggia suggestiva di cenere e adrenalina.

Tra le note degli ospiti - Enzo Avitabile e Raiz, ex voce degli Almamegretta, e le voci più local dei  Sud Sound System e dei Mascarimirì - però, qualcosa è andato "storto": un dardo, per la precisione.IMG_6994-2

 Lanciata da uno degli arcieri di Oria  -che, assieme agli sbandieratori provenienti dal piccolo borgo medievale del brindisino, sono stati chiamati ad allietare l'evento - la freccia, fortunatamente privata della punta, ha virato, imboccando la direzione del pubbllico, allineato dietro una recinzione di sicurezza, finendo dritta sul mento di un uomo di 56 anni, rimasto ferito lievemente.

Medicato dai sanitari del 118, tra le scuse dell'arciere sbadato, ha rimediato un'escoriazione che avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi, se solo le frecce fossero state infuocate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Focara di Novoli 2013: la carica dei 50mila curiosi, tutti con il naso all'insù

LeccePrima è in caricamento