Cronaca

Folle inseguimento di notte sulla statale, catturato dopo furto di un'auto

Oronzo Aramini, 52enne di Lecce, bloccato nella notte. Il complice è riuscito a scappare. La polizia l'ha rintracciato seguendo il tracciato del satellitare installato a bordo di una Fiat Panda rubata a Surbo. Nell'auto c'erano anche numerosi arnesi per lo scasso

LECCE – Una corsa sfrenata nella notte, le volanti di polizia che sfrecciano seguendo le indicazioni della centrale operativa. Questione di minuti, l’obiettivo è vicino. Le gomme divorano l’asfalto della strada statale 16. Da Lecce a Galugnano ci vuole poco, le pattuglie ci mettono anche meno. La periferia della frazione di San Donato è già davanti a loro. Le auto si dividono.

Una solca via Garibaldi, all’ingresso del caseggiato, dopo lo svincolo. L’altra si colloca dalla parte opposta. La Panda sbuca all’improvviso. A bordo sono in due. Capiscono di essere in trappola e provano un diversivo. Più che è altro è una reazione istintiva. Si lanciano in una via di campagna, ma di strada ne fanno poca. L’utilitaria appena rubata non ha potenza per reggere l’inseguimento.

La mollano.

Aprono gli sportelli e fuggono in direzioni diverse. Gli agenti escono dalle auto e li tallonano a piedi. Uno sfugge, è più giovane. Corre all’impazzata nelle campagne. Mette le ali ai piedi. Nel buio, riesce a guadagnare terreno. A occhio e croce, un uomo sulla trentina.

Svanisce.

Aramini Oronzo-2Oronzo Aramini, 52enne originario di Surbo, residente a Lecce, invece non riesce a scappare. I poliziotti lo placcano. Di lì a poco sarà trascinato in questura. Furto aggravato, domiciliari, dopo aver sentito il pm di turno, Maria Vallefuoco. Giungono in zona, intanto, anche i carabinieri del Norm per aiutare nelle ricerche del fuggitivo. Il drappello di poliziotti e militari perlustra a lungo la zona. Nulla.

Ma come arrivano ai due ladri d’auto, le volanti del quarto turno? Il furto risale all’incirca alle 3 di notte. La Fiat Panda, nuovo modello, viene sottratta a Surbo. L’auto è di proprietà di una donna. Ed ha installato il satellitare. E’ proprio tramite il sistema Gps di una compagnia assicurativa che gli agenti intercettano il veicolo in fuga, ne seguono i movimenti.

Non si sa quali fossero le intenzioni ultime dei due, l’uomo arrestato (che peraltro indossa guanti per non lasciare impronte) e il complice ricercato. Ma un altro particolare suscita interesse. In auto viene trovato un borsone. Dentro, un armamentario da operaio, all’uopo oggetti da scasso: pinze, cacciaviti e altri utensili. E una centralina. Aramini, già noto, ora è in attesa della direttissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle inseguimento di notte sulla statale, catturato dopo furto di un'auto

LeccePrima è in caricamento