menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fondali puliti, via i corpi morti dalle acque di Porto Cesareo

Proseguono gli interventi della Capitaneria di porto di Gallipoli nell’ambito dell’operazione “Fondali puliti”. In mattinata la rimozione ha interessato le acque antistanti la penisola La Strea

PORTO CESAREO - Venivano utilizzati per l’attracco abusivo delle imbarcazioni. Per questo la Capitaneria di porto di Gallipoli, attraverso gli uomini del Nucleo sub ha provveduto a rimuovere decine di corpi morti (alcuni dei quali di oltre 700 chili), ai quali erano collegati i gavitelli per ormeggiare le unità, dalle acque nello specchio antistante la penisola La Strea, a Porto Cesareo. Ora, i corpi morti si trovano sulla banchina in attesa di essere eliminati definitivamente.

Gli interventi che si sono svolti col supporto del personale dell’amministrazione comunale e di quello dell’area marina protetta, che hanno assicurato rispettivamente un supporto da terra e dal mare, sono iniziati una decina di giorni fa e si inseriscono nell’operazione “Fondali puliti” della Guardia Costiera, finalizzata al ripristino delle condizioni di sicurezza e legalità delle aree demaniali marittime degli specchi acquei ubicati a Sud ed a Nord del centro abitato di Porto Cesareo.

Nello specifico l’operazione promossa dal comando della guardia costiera e dall’ufficio locale marittimo di Torre Cesarea è finalizzata a liberare le zone costiere in prossimità del porto e della riserva naturale dai numerosi relitti e dai rifiuti che sono stati depositati a seguito della recente e violenta mareggiata del 12 e 13 novembre scorsi. Le attività proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento