Forzano l’uscita del campo sportivo, insulti e sasso contro i tifosi: denuncia e Daspo

Guai per un 27enne e un 37enne di Bagnolo del Salento: sono stati fermati al termine della partita della squadra locale contro il Matino

Foto di archivio

BAGNOLO DEL SALENTO –  Un 27enne e un 37enne, entrambi di Bagnolo del Salento, nei guai. Si tratta di N.E.A. e di V.G., noti alle forze dell’ordine. I due risponderanno, a vario titolo e sulla base delle proprie responsabilità, di oltraggio a pubblico ufficiale, inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, lancio di materiale pericoloso e sono stati sottoposti al Daspo, per inosservanza delle regole nello svolgimento delle manifestazioni sportive.

Sono stati i carabinieri della stazione locale ad eseguire le indagini, al termine della partita di calcio, nel campionato di seconda categoria, disputata fra la Polisportiva Bagnolo e Virtus Matino, del 31 marzo scorso. I due indagati, alla fine della gara, hanno forzato una porta secondaria dell’impianto sportivo, invece di attendere il deflusso ritardato del campo, organizzato per motivi di sicurezza e per consentire la partenza dei tifosi ospiti.

Dopo ave rivolto frasi offensive, il più anziano dei due avrebbe scagliato una pietra verso i tifosi della squadra avversaria. Redarguito dai militari, però, il 37enne avrebbe anche riservato loro insulti. Oltre alla denuncia in stato di libertà, per la coppia è scattato il Daspo, la misura di interdizione all’accesso ai luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Il giallo del piccolo Mauro: ascoltati per ore i genitori in una località segreta

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

Torna su
LeccePrima è in caricamento