rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca Litorale / Via Ramanno

Cede il solaio, villetta crolla all’improvviso: indagini in corso

L'abitazione, verso il litorale di San Cataldo, disabitata da tempo e non usata per alcuna attività. Nessun ferito. Le cause del cedimento in fase d'accertamento dalla polizia

LECCE – Una villetta completamente distrutta, franata su se stessa. Un vero e proprio cumulo di macerie. È questa la situazione davanti alla quale, nel pomeriggio, si sono trovati vigili del fuoco e agenti di polizia delle volanti e del reparto prevenzione crimine, arrivati sul posto nel giro di pochi minuti dalle richieste d’intervento, in una giornata funestata da eventi straordinari.

E ora, si sta cercando di capire cosa sia accaduto in quell’abitazione nella zona litoranea leccese. Un’esplosione? E se sì, dovuta a cosa? O magari “solo” un cedimento strutturale, un’implosione causata da difetti di fabbricazione e assenza di manutenzione, che ha provocato un forte rombo, magari percepito in zona come uno scoppio?

Di sicuro, si sono sviluppate anche delle fiamme, in realtà solo un principio d’incendio. Per ora, però, è presto per tirare le somme. Non c’è alcuna certezza su come e perché quella villetta sia venuta, letteralmente, giù. L’unica fortuna è che risulta disabitata da tempo. Senza arredi, senza corrente elettrica. Così, se nei primi istanti era maturato il timore che qualcuno potesse essere rimasto sepolto all’interno, dopo diverse ore si è appurato come non vi fossero morti, tantomeno feriti.

Il crollo del solaio a San Cataldo

L’episodio si è verificato intorno alle 17 in via della Pineta, una traversa di nuova denominazione sulla strada provinciale che collega la marina di Frigole a quella di San Cataldo, poco prima dell’ingresso in quest’ultima località, provenendo da nord. I vigili del fuoco hanno perlustrato tutta l’area, ma non hanno trovato traccia di persone all'interno. Mentre la polizia ha avviato ulteriori accertamenti, tramite la scientifica.

La villetta, circondata da giardino e chiusa da muro perimetrale e cancello (il tutto si estende su un’area di circa 300 metri quadrati), risulta di proprietà di una donna originaria del Brasile, di 49 anni. E, come detto, era del tutto disabitata da tempo e non veniva impiegata per alcuna attività. Gli accertamenti sulle cause del crollo, dunque, sono in corso.

L’episodio si è praticamente sovrapposto a un altro caso, quello avvenuto in via Ausonio, una traversa di via Giammatteo, sempre nella zona di Lecce, dov’è andato a fuoco un deposito di materiale plastico ed edile. I due fatti si sono verificati quasi in contemporanea, con tutte le difficoltà del caso nella gestione. Non sembra proprio, però, che vi sia alcuna correlazione tra i casi. Solo una coincidenza temporale di eventi.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cede il solaio, villetta crolla all’improvviso: indagini in corso

LeccePrima è in caricamento