Cronaca

Importava carne dalla Spagna, senza versare l'Iva. Denunciato

I finanzieri hanno scoperto un giro di fatture false, emesse da un imprenditore per operazioni inesistenti. Acquistava la merce dalla penisola iberica, fingendo di comprarla da Genova. Denunciato per dichiarazione fraudolenta

Foto di repertorio (tutti i diritti riservati)

SANNICOLA - Nello slang dei finanzieri, viene normalmente chiamata "triangolazione". Si tratta di tre soggetti che utilizzano fatture di acquisto, per operazioni inesistenti. Gli uomini della Guardia di finanza della compagnia di Gallipoli, coordinati dal capitano Francesco Mazza, ne hanno scoperta una, risalente al 2007, dopo aver eseguito una serie di  controlli fiscali nei confronti di un'azienda specializzata nella produzione di carne.

Il titolare della società, un uomo di Sannicola, importava la carne dalla Spagna, avvalendosi di un uomo di Genova, a mo' di mediatore, che figurando come acquirente, supportava il salentino nell'evasione delle imposte aggiuntive. Invece di versare l'Iva all'erario, l'ha evasa per un valore di 13 mila euro complessivi. L'imprenditore avrebbe, inoltre, raggirato il fisco per ulteriori 128 mila e 500 euro di imposte dirette. Il rappresentante legale della società, un 40enne del posto, è stato denunciato dai finanzieri, presso la Procura della repubblica di Lecce, con l'accusa di dichiarazione fraudolenta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Importava carne dalla Spagna, senza versare l'Iva. Denunciato

LeccePrima è in caricamento