rotate-mobile
Cronaca Taviano

Fu trovato con la cocaina per confezionare oltre 240 dosi: scarcerato

Saimir Sejdini, il 24enne di origine albanese, residente a Taviano, è stato scarcerato per il venir meno delle esigenze cautelari dal gip Alcide Maritati su parere favorevole del pm Donatina Buffelli. E' difeso dagli avvocati Stefano Stefanelli e Federico Troisi. Aveva già ottenuto i domiciliari

TAVIANO – E’ stato scarcerato Saimir Sejdini, il 24enne di origine albanese, residente a Taviano, arrestato ad aprile per detenzione di circa 70 grammi di cocaina in parte pura e in parte già confezionata. Era stato posto ai domiciliari ai primi di maggio e in seguito autorizzato a lavorare presso il bar dei genitori. La perizia aveva accertato che la droga era idonea a confezionare 242 dosi.

L’uomo è stato scarcerato per il venir meno delle esigenze cautelari dal gip Alcide Maritati su parere favorevole del pm Donatina Buffelli. Sejdini è difeso dagli avvocati Stefano Stefanelli e Federico Troisi

A insospettire i carabinieri, fu lo strano andirivieni di persone dall’abitazione. La vicenda andava avanti da diverso tempo, specialmente nelle ore pomeridiane, tanto che, dopo aver raccolto con discrezione alcune informazioni, i carabinieri iniziarono a tenere d’occhio l’abitazione a Taviano, ritenendo che Sejdini potesse spacciare droga.

Nel blitz i carabinieri del Norm di Casarano, diretti dal tenente Gaetano Mitola, perlustrarono l’appartamento da cima a fondo, e alla fine scovarono due involucri contenenti la droga. All’interno del comodino i militari rinvennero anche mille e 665 euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio e per questo sequestrati con la droga. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fu trovato con la cocaina per confezionare oltre 240 dosi: scarcerato

LeccePrima è in caricamento