Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Fugge via da casa: i carabinieri la trovano a Bari

Il caso: una ragazza di 16 anni fugge da Lecce e si rifugia da una sua amica nel capoluogo pugliese. Ha motivato il gesto dicendo che i genitori sarebbero oppressivi. Trovata con i tabulati telefonici

DSC_1767

Genitori troppo oppressivi? E allora pensa di scappare da casa, C.L., 16 anni, leccese, il giorno della Befana, senza dire nulla a papà e mamma. A dare l'allarme ai carabinieri della compagnia di Lecce sono stati gli stessi genitori, che non avendo più notizie della propria figliola lo scorso martedì pomeriggio si sono presentati presso gli uffici dell'Arma per denunciarne la scomparsa. Immediatamente si sono attivate le ricerche e nell'arco di 24 ore la ragazza è stata rintracciata a Bari. Il suo ritrovamento è avvenuto grazie ai tabulati del suo telefono cellulare.

La 16enne si trovava infatti a Bari in compagnia di una sua coetanea, la quale, ignara che l'amica fosse scappata da casa, le aveva dato ospitalità per una breve vacanza. Così, dopo essere stata rintracciata dai carabinieri del Nucleo radiomobile di Bari, che hanno collaborato nelle ricerche con i militari del capoluogo salentino, la ragazza è stata riaccompagnata a Lecce.

Una volta giunta a Lecce, è stata ascoltata dai militari e dal personale del Servizio sociale per i minorenni, ed è in quella circostanza che la ragazza ha confessato di essersi allontanata la sera del 5 gennaio salendo sul primo treno diretto a Bari. Lì avrebbe poi raggiunto la sua amica barese per trascorrere qualche giorno lontano dal Salento. La ragione della sua condotta, come ha affermato la minorenne, sarebbe riconducibile all'atteggiamento troppo oppressivo dei genitori, poiché le permettono di uscire raramente durante il suo tempo libero e con orari molto restrittivi.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fugge via da casa: i carabinieri la trovano a Bari

LeccePrima è in caricamento