Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Fughe, risse e lesioni. In tre finiscono in carcere

Le porte del Borgo San Nicola si sono aperte per tre uomini della provincia. Le accuse vanno da aggressioni compiute nel 2004, fino alla violazione delle limitazioni dei domiciliare per gli altri due

aaa_015-6

LECCE - L'ultimo è di questa mattina. I carabinieri di Aradeo hanno eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di un 31enne del luogo, Rocco Filieri, ritenuto responsabile del reato di rissa e lesioni personali aggravate commesse circa sette anni fa. É stato condotto in carcere dai militari, dove dovrà scontare una pena di sei mesi.

Un coetaneo, Angelo Corrado, è invece fuggito dalla comunità "Arcobaleno" dove stava scontando gli domiciliari. Ma nel primo pomeriggio di ieri i carabinieri della stazione di Santa Rosa lo hanno intercettato conducendolo, immediatamente, presso il carcere Borgo San Nicola di Lecce in attesa della convalida e del pronunciamento del giudice.

Le porte del carcere di Lecce si sono spalancate anche per un terzo uomo, Alessandro Levante, 37enne di Squinzano, già sottoposto agli arresti domiciliari per reati relativi a detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L'ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita dai carabinieri del luogo, assieme ai colleghi della stazione di Trepuzzi.


Levante, che aveva già cominciato dallo scorso maggio ad aggirare i vincoli imposti dal regime dei domiciliari, è stato sottoposto ad una costante attività di controllo da parte dei militari che lo hanno sorpreso in più occasioni a violare i dettami imposti dall'autorità giudiziaria: non solo in almeno tre occasioni non è stato rintracciato sul posto di lavoro dove si recava quotidianamente sotto regolare autorizzazione. Ma, in una decina di episodi, l'uomo è stato persino sorpreso in compagnia di pregiudicati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fughe, risse e lesioni. In tre finiscono in carcere

LeccePrima è in caricamento