rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Fumogeni accesi a Frosinone, scatta il Daspo per tre tifosi del Lecce

Il provvedimento assunto a carico di alcuni giovani ritenuti autori dell'uso di materiale pirotecnico nel corso della trasferta del 20 novembre del 2021

LECCE – Tre tifosi del Lecce sono stati colpiti da Daspo, il divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive, in seguito alla gara disputata dai giallorossi in casa del Frosinone il 20 novembre del 2021, terminata a reti inviolate. Tutti e tre risiedono in provincia di Lecce e il provvedimento avrà la durata di due anni ciascuno.

In occasione di quella trasferta al “Benito Stirpe” furono un migliaio i tifosi salentini al seguito. Nel settore ospiti furono accesi numerosi fumogeni che, come noto, sono vietati dalle normative, e pertanto la Digos della Questura di Frosinone ha avviato le indagini che hanno portato a distanza di alcuni mesi all’identificazione di alcuni dei presunti responsabili dell’utilizzo di materiale pirotecnico.

Gli accertamenti si sono svolti soprattutto attraverso le immagini in possesso della polizia scientifica, estrapolate dalle telecamere di videosorveglianza dell’impianto. E, dopo l’istruttoria condotta dagli agenti della Divisione anticrimine frusinate, sulla scorta delle risultanze, il questore Leonardo Biagioli ha adottato nei confronti dei tre tifosi del Lecce il Daspo.

Solo nei giorni scorsi, un altro tifoso del Lecce era stato colpito da un provvedimento simile, anche se solo di un anno, dopo essere stato ritenuto autore del lancio di un petardo dalla Curva Nord nel corso della gara interna del Lecce con il Crotone del 20 febbraio scorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fumogeni accesi a Frosinone, scatta il Daspo per tre tifosi del Lecce

LeccePrima è in caricamento