Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Vicolo Sole

Furiosa lite nel borgo antico, spunta un coltello: scatta la denuncia per un trans

Il diverbio fra un 32enne e un afgano. Le urla hanno richiamato l'attenzione di residenti e passanti ed è stata chiamata la polizia. Nessuno dei due ha denunciato l'altro per minacce, ma il ritrovamento dell'arma bianca ha fatto comunque scattare un'indagine

Foto di repertorio.

LECCE – Un transessuale 32enne leccese è stato denunciato a piede libero per possesso illecito di arma bianca. E’ possibile che, nel diverbio con un giovane afgano, divampato nel pomeriggio, sia stata anche proferita qualche minaccia, ma non sono scattare ulteriori denunce perché nessuno dei due protagonisti ha sporto per il momento querela nei confronti dell’altro.

Il fatto è avvenuto intorno alle 17 nel pieno centro storico di Lecce, in vicolo Sole, una delle stradine nel cuore della parte più nascosta della città vecchia, non lontano da Porta San Biagio. Le urla e lo stato d’agitazione crescenti, per motivi non del tutto chiariti, devono essere stati sentiti bene da passanti e residenti e, alla fine, qualcuno, temendo conseguenze peggiori, ha deciso di mettere al corrente di tutto anche la polizia.

Dopo una segnalazione al 113 – la sede della questura, peraltro, è anche piuttosto vicina -, una pattuglia ha raggiunto subito il luogo, sedando gli animi, identificando i presenti (l’extracomunitario è risultato titolare di un regolare permesso) e cercando di ricomporre i fatti.

Nonostante i contorni della furiosa lite non siano in realtà stati spiegati, resta il fatto che il transessuale 32enne aveva coltello, posto sotto sequestro, che implicitamente potrebbe essere stato usato per minacciare o, all’inverso, difendersi.  Al momento, comunque, è stato solo il possessore dell’arma a essere indagato d’ufficio.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furiosa lite nel borgo antico, spunta un coltello: scatta la denuncia per un trans

LeccePrima è in caricamento