menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Furti a raffica in campi e sala scommesse, ma recuperati tre costosi trattori

I carabinieri di Veglie hanno intercettato una banda. A Ruffano, ladri via con i soldi, ma abbandonati pannelli fotovoltaici

LECCE – Ladri scatenati in provincia, dove nelle ultime ore si sono registrati diversi casi di furti tentati o consumati. Dai mezzi pesanti, passando per i parchi fotovoltaici, fino ai centri scommesse, sono diversi gli episodi che hanno visto l’intervento dei carabinieri di varie compagnie e stazioni e di istituti di vigilanza.

Carabinieri intercettano trattori rubati

Verso le 21,30, di ieri, alcuni malviventi hanno rubato in agro di Nardò, anche se non lontana dal confine con Veglie, ben tre trattori agricoli, due Landini e un Same. Due di un imprenditore agricolo, l'altro del vicino. Ma i carabinieri della stazione vegliese, che hanno subito avviato le ricerche dopo che è scattato l’allarme, hanno intercettato i malviventi in una strada interpoderale di località Corda di Lana. In zona si sono verificati altri casi analoghi e, compresa ormai qual è stata il più delle volte la via di fuga, i militari si sono indirizzati verso un itinerario preciso.

Vistisi così scoperti, i ladri hanno abbandonato i trattori, fuggendo a piedi nelle campagne. L’amarezza per la fuga dei malviventi, riusciti a scampare alla cattura, è comunque stata ben compensata, per i militari, dalla soddisfazione di aver recuperato tutti e tre i trattori e averli restituiti ai proprietari. Si sarebbe trattato, altrimenti, di un furto per un danno veramente notevole. Le indagini, comunque, proseguono, con il Nucleo operativo della compagnia di Campi Salentina.

Ruffano: due furti, uno consumato

Ben due, poi, gli episodi a Ruffano. I carabinieri della stazione locale e del Norm di Casarano sono intervenuti in primis, ieri, presso il centro scommesse “Winplaybet”, dove ignoti, in un periodo piuttosto ampio, dal 31 dicembre 2017 al 2 gennaio, fin quando, cioè, il locale è rimasto  chiuso per le festività, dopo aver forzato una finestra in corrispondenza di un pozzo luce, sono riusciti a penetrare all’interno, rubando soldi in contanti per una cifra da quantificare. Erano contenuti all’interno di ben nove slot-machine.

Poi, sempre nella zona di Ruffano, nella notte, intorno alle 2, un altro intervento, questa volta presso un impianto fotovoltaico di contrada Masseriglia, dove i ladri, manomettendo l’impianto di allarme e di videosorveglianza, sono penetrati all’interno. Sono però stati costretti quasi subito alla fuga per l’arrivo di una guardia giurata della Folgorpol di Leverano, inviata sul posto dalla sua centrale operativa quando è giunto il segnale d’allarme. Per i rilievi si sono recati i carabinieri ruffanesi e di Casarano. Vane le ricerche dei ladri, ma il furto non è riuscito.

Ricettazione, una denuncia

Un caso di ricettazione con denuncia, invece, arriva da Scorrano, dove i carabinieri, al termine di indagini, hanno denunciato uno studente del posto, di 17 anni.  E’ stato ritenuto responsabile di aver usato un telefono Samsung Galaxy J3 del valore di 300 euro circa, risultato rubato il 4 settembre scorso. il telefono è stato recuperato e sequestrato, in attesa di essere restituito al legittimo proprietario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento