Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Via Surbo

Tentano il furto in concessionaria, vigilante incrocia i banditi

Notte movimentata a Trepuzzi. Due malviventi sono fuggiti a bordo di un'Alfa 147 nera, un terzo a piedi. Stavano tentando di rubare dentro l'autosalone Elia dopo aver forzato il lucchetto di un ingresso laterale

TREPUZZI – Forse l’Alfa 147 nera che i malviventi hanno usato per raggiungere la località non gli andava poi tanto a genio e volevano cambiarla a “modo loro”, puntando dritto a un concessionario autorizzato, l’autosalone Elia, a Trepuzzi, in via Surbo. Il furto, però, questa volta non è andato in porto.

L’allarme, infatti, è scattato regolarmente e quando sul posto è schizzata una pattuglia de “La Vigile”, istituto locale, la guardia giurata s’è ritrovata per alcuni interminabili istanti a tu per tu proprio con la banda. Due erano già saliti a bordo dell’auto, pronta a dare gas, un altro non ha fatto a tempo e se l’è data a gambe a piedi, facendo perdere le tracce nelle campagne della zona industriale.

Non accenna di un passo l’interminabile confronto fra guardie e ladri. Solo che nella notte appena trascorsa il colpo, che avrebbe di sicuro provocato un danno ingente alla concessionaria, non è andato a buon fine. Il vigilante, dunque, ha annotato la presenza dell’Alfa scura all’interno del parco auto, ferma con la luce dell’abitacolo accesa e le portiere spalancate, e s’è avvicinato.

In quel momento, si sono diretti correndo verso la 147 due soggetti con volti nascosti da passamontagna. Mentre dallo specchietto retrovisore la guardia giurata s’è accorta della presenz di un terzo uomo, che, distanziato, ha preferito invertire la rotta e battere in ritirata con le poprrie gambe. L’Alfa a quel punto è ripartita a forte velocità, in direzione della strada per località Case Bianche, che porta fuori Trepuzzi.

Sono stati chiamati i carabinieri con i quali è stato fatto un sopralluogo, mentre sono state diramate anche le ricerche. Per entrare, i ladri hanno forzato un lucchetto di un cancello laterale. Il controllo ha certificato come non mancasse nulla. La stessa Alfa 147, evidentemente, è stata rubata altrove in precedenza. E visto il numero di soggetti in azione, avrebbero potuto impossessarsi di almeno due autoveicoli di valore.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano il furto in concessionaria, vigilante incrocia i banditi

LeccePrima è in caricamento