Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Furti sotto l'ombrellone in aumento? Ecco i consigli dello Sportello dei diritti

Segnalazioni a riguardo stanno giungendo dai lidi e dalle marine salentine all'associazione onlus di Lecce. Furti in serie, quindi, solo una piccola parte dei quali denunciati a carabinieri e polizia. I consigli per non incappare nei ladri

Infophoto.

LECCE – Che dietro i furti sulle spiagge ci sia una vera e propria organizzazione, oppure si tratta di iniziative singolari compiute da ladri dell’ultima ora, il danno per i vacanzieri è sempre lo stesso: via soldi, telefono, portafogli, documenti con la vacanza, o la giornata al mare, bell’e compromessa. Gli episodi si ripetono purtroppo ogni anno e, pare, di capire, con la crisi imperante aumentano.  

Segnalazioni a riguardo stanno giungendo dai lidi e dalle marine salentine allo “Sportello dei Diritti” di Lecce. Furti in serie, quindi, solo una piccola parte dei quali denunciati a carabinieri e polizia. “Che fanno pensare sia alla presenza di vere e proprie organizzazioni specializzate in questo tipo di reato – si legge in una nota a firma di Giovanni D’Agata, presidente dell’associazione onlus che gestisce lo sportello -,  ma anche a ladri improvvisati che per farsi la giornata, ed a volte anche qualcosa in più, puntano chi si distrae perché magari  preso dal meritato relax delle ferie o mentre si bagna in mare per rinfrescarsi un po’”.  

D parte dei ladri, le spiagge più affollate e quelle “vip” sarebbero le più ambite dai ladri. “Ci è stato segnalato peraltro – spiega D’agata - che i residui della refurtiva, tipo borse e borsellini, vengono poi abbandonati in determinati posti dove è possibile scovare un accumulo di queste custodie tanto elevato è il numero di quelle che appaiono come delle vere e proprie razzie in questo periodo dell’anno”.

I consigli per non incappare nel mirino dei ladri.  Evitare di portare oggetti di valore sotto l’ombrellone, ma se proprio non se ne può fare a meno, bisogna prestare la massima attenzione non solo ai propri effetti personali, ma anche a quelli dei vicini d’ombrellone quando questi vanno in acqua e abbandonano tutti i propri effetti, portafogli, telefoni, occhiali da sole, chiavi dell’auto in bella vista sulla spiaggia. E non si tratta solo di semplice e puro spirito di cortesia, ma di prevenzione reciproca e per sé stessi. Per la vastità dei litorali e l’enorme numero di bagnanti, infatti, i primi a vigilare dovrebbero essere proprio questi. Avere l’accortezza di lasciare sempre qualcuno sul posto abbatterebbe drasticamente e definitivamente il fenomeno. 

Inoltre, chiudere perbene l’autovettura, evitando di lasciare oggetti che potrebbero attirare l’attenzione di questi lestofanti, è una prassi che ci dovrebbe riguardare sempre. In ultimo, bisogna essere sempre pronti a contattare il 112 e 113, il che faciliterebbe le forze dell’ordine a bloccare in flagranza i delinquenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti sotto l'ombrellone in aumento? Ecco i consigli dello Sportello dei diritti

LeccePrima è in caricamento