Furti in un bar e in un'area servizi e per la Q8 è il quarto caso patito in due anni

Torna in azione la banda specializzata in furti nelle aree di servizio. Colpita la stazione lungo la Cutrofiano-Collepasso. Ad agire sono stati in quattro, che hanno fatto incetta di "bionde", portando via di peso anche la macchina cambia-soldi. Altro colpo al Roxy Bar di Neviano

Foto di repertorio.

CUTROFIANO – Nonostante indagini e controlli sempre più serrati, culminati di recente anche in alcuni arresti, ancora una volta i ladri sono tornati a fare capolino la notte scorsa all’interno di un distributore di carburanti.

Bloccata qualche notte addietro una delle cosiddette bande delle slot,  ancora è in circolazione almeno un altro gruppo, specializzato principalmente nel furto di tabacchi. Un aspetto che era già stato rilevato proprio ai margini della conferenza stampa per l’arresto in flagranza di due cittadini rumeni, per un furto all’interno di una sala giochi di Castromediano, frazione di Cavallino.

Questa volta il colpo è stato messo a segno all’interno dell’area servizi Q8 lungo la strada provinciale che collega Cutrofiano a Collepasso. Sul posto sono intervenuti, intorno alle 4,25, gli agenti di polizia della squadra volante del commissariato di Galatina, i quali hanno accertato le modalità dell’effrazione, eseguita pochi minuti prima del loro arrivo, grazie all’analisi del sistema di videosorveglianza.

Gli agenti hanno quindi constato che, intorno alle 4 del mattino, quattro persone con volti coperti da passamontagna, sono arrivati sul posto a bordo di un’autovettura Renault Clio ultimo modello, cinque porte, di colore bianco.

Gli individui indossavano anche guanti (ovviamente per non lasciare impronte). Tre di questi sono di corporatura robusta, uno alto e magro. Ed è stato proprio quest’ultimo a rimanere per tutto il tempo occorrente a portare a termine il furto a rimanere all’esterno, di guardia.

La polizia ha anche annotato un dettaglio: i malviventi, prima di agire, hanno fatto due volte il giro dell’area, per un controllo approfondito e probabilmente avvedersi che non vi fossero occhi indiscreti o che non stesse per scattare una trappola. Solo una volta sicuri, hanno scardinato con un piede di porco le porte d’accesso del bar, sono entrati all’interno e, con due vasche di plastica, hanno caricato diverse stecche di sigarette.

Non contenti, hanno anche sollevato di peso la macchinetta cambia-soldi, con dentro 700 euro. Il titolare, fatto intervenire sul posto, ha riferito che si tratta del quarto furto subito in appena due anni. Al momento l’intero bottino è da quantificare. 

Un altro colpo è avvenuto, sempre nella notte, a Neviano. La denuncia della titolare è stata presentata presso la caserma dei carabinieri solo nella tarda mattinata. I malviventi anche in questo caso erano in quattro, tutti incappucciati. Lo schema, identico: uno di loro s'è fermato all'esterno per fare da palo, gli altri hanno materialmente eseguito il colpo, che ha riguardato, in questo caso, il Roxy Bar di via XXIV Maggio.

In tutto, dopo aver forzato la porta d'ingresso, hanno portato via 400 euro dal registratore di cassa. Il colpo, c'è da dire, è avvenuto intorno alle 3,50, quindi circa mezzora prima di quello della Q8 e l'auto sembrerebbe diversa, una Giulietta bianca, come si evince dalle immagini di videosorveglianza che hanno immortalato ogni istante. Difficile dire, dunque, se siano le stesse persone. C'è però da rilevare che un'auto di modello Giuletta è stata usata anche nel recente colpo con "spaccata" ai danni della pelletteria "Dolly" di Nardò. Su quest'episodio indagano i carabinieri del Norm di Gallipoli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Giovane turista fa il bagno e sul fondale ritrova bacino in ceramica del XIV secolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento