menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Ladri scatenati in case e distributore: via con monili e tv ma fallisce il terzo colpo

Malviventi in azione nelle ultime ore. Hanno preso di mira due abitazioni, in città e a Casalabate. Nel primo episodio hanno rimediato ori e preziosi. Nel secondo, solo un televisore. Il colpo ai danni di un’area di servizio di Squinzano è invece sfumato: non è escluso si tratti della stessa banda

LECCE – Tre furti, in poche ore, di cui uno fallito, tra Lecce, Casalabate e Squinzano. In città, i ladri hanno preso di mira un appartamento in via Giuseppe de Roma, intorno alle 20,30 di ieri, approfittando dell’assenza dei proprietari, hanno messo a segno un colpo che ha fruttato un ingente bottino. Dopo aver mandato in frantumi il vetro di una finestra dell’abitazione, infatti, i malviventi sono riusciti ad accedere alla casa.

Una volta all’interno è partita la razzia nelle stanze, dopo ave rovistato nei cassetti e nei mobili. Ciò che cercavano è sbucato nel giro di pochi minuti. Monili e oggetti preziosi, per un valore ancora in fase di quantificazione, ma che si aggirerebbe attorno ad alcune migliaia di euro, sono stati prelevati prima di allontanarsi in fretta, prima che le vittime fossero rincasate.

Sul posto, gli agenti della sezione volanti della questura leccese per eseguire i rilievi, assieme ai colleghi della scientifica. Intorno alle due e un quarto della notte, inoltre, un segnale di allarme è inoltre giunto alla centrale operativa dell’istituto di vigilanza “La Velialpol”: alcuni individui hanno provato a perpetrare un colpo ai danni di un’abitazione di via Provenzani, a Casalabate.

Le guardie giurate hanno inviato la pattuglia in zona e, arrivate sul luogo, hanno notato una tapparella danneggiata e sprovvista di infissi. Hanno chiamato anche il proprietario per il sopralluogo interno: i malviventi hanno asportato soltanto un televisore. Alle 2,49, infine, l’antifurto è scattato anche presso il bar della stazione di servizio “Api” sita in via Masseria Nuova, a Squinzano.

Una banda è riuscita a rompere la porta vetrata esterna, ma non ha avuto il tempo necessario per manomettere la saracinesca interna. Carabinieri  della stazione locale e vigilanti, assieme al gestore della stazione di servizio, hanno raggiunto l’attività giusto in tempo per mettere in fuga i ladri. Questi ultimi, infatti, hanno dovuto desistere anche grazie al sistema di allarme: si sono dileguati a mani vuote.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Salento da zona gialla: 81 nuovi casi ogni 100mila abitanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento