Furti a raffica ai turisti, il ladro si nascondeva fra i normali villegganti

Un 19enne barese denunciato dalla polizia di Gallipoli. Ha sottratto somme anche piuttosto alte a varie famiglie i una struttura

GALLIPOLI – Il ladro? Si nascondeva nella stessa struttura ricettiva. All'oscuro erano anche gli amici in vacanza con lui. A stanarlo ci hanno pensato gli agenti di polizia del commissariato di Gallipoli, che hanno denunciato a piede libero un 19enne della provincia di Bari. Stava rovinando le vacanze a una serie di altri ospiti, con furti a catena. Al 19enne, infatti, sono stati attribuiti ben quattro episodi. Egli stesso ha confessato e restituito tutto ciò che non fosse già stato speso.

Tutto è nato dopo le denunce per la sperizione di somme di denaro presentate da turisti italiani e stranieri in vacanza a Gallipoli. La mancanza di telecamere di videosorveglianza nell’ampia struttura ricettiva ha reso tutto più complicato. I poliziotti, comunque, hanno trovato la collaborazione dei dipendenti e degli addetti alla vigilanza. Ed è stato fondamentale per indirizzarli nelle indagini.

I furti, tutti avvenuti nel corso di questo mese, e nell’arco di pochi giorni l’uno dall’altro, non sono stati indifferenti: uno da mille euro ai danni di una famiglia tedesca, un altro da 470 euro, insieme a occhiali da sole griffati e una videocamera ai danni di una famiglia olandese, il terzo da 95 euro ai danni di una famiglia romana e, infine, uno da 15 euro ai danni di un’altra famiglia olandese.

Gli investigatori hanno svolto un primo sopralluogo sul posto e hanno notato che i furti erano stati commessi tutti in un’area circoscritta, all’interno di casette mobili e con le stesse modalità. A quel punto, hanno ascoltato, tra gli altri, anche gli addetti alla vigilanza privata, i quali hanno riferito alcuni sospetti su un gruppetto di giovani in vacanza nella struttura e che si è scoperto poi essere in procinto di fare rientro a Bari.

foto4-5

Senza perdere tempo, i poliziotti sono tornati nella struttura ricettiva e hanno fermato i giovani: erano già con i trolley alla reception. Il nervosismo dimostrato in modo particolare da uno di loro alla vista degli agenti della Squadra volante ha insospettito ancor di più, tanto che si è proceduto all’immediata identificazione di tutti i ragazzi.

Proprio durante quest'attività, lo stesso ragazzo che poco prima aveva mostrato insofferenza, ha tentato di disfarsi di alcuni oggetti gettandoli nei bidoni della spazzatura. Erano quelli rubati alla turista olandese, ossia il paio di occhiali da sole griffati e la videocamera. Messo alle strette, il giovane barese, alla presenza del suo legale di fiducia, ha confessato tutti i furti commessi durante la sua breve vacanza, restituendo agli investigatori il denaro rubato, da cui mancava solo qualche decina di euro già spesa per acquisti personali.

Ora il 19enne risponde di furto aggravato e continuato in abitazione, mentre i tre amici sono risultati estranei alla vicenda. Le vittime dei furti, che non speravano di recuperare le somme “sparite”, che servivano per continuare la vacanza a Gallipoli e, appreso dell’esito, hanno voluto ringraziale gli agenti del commissariato per quanto svolto in così breve tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento