Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Piazza Sant'Antonio

Schiuma espansa sui sensori di allarme della banca. Ma rimediano appena 20 euro

Il colpo, perpetrato ai danni della filiale del Credito cooperativo di Terra d’Otranto a Borgagne, ha fruttato un bottino davvero esiguo. I malviventi si sono attrezzati di schiuma poliuretanica per mettere fuori uso l’allarme. Ma non hanno fatto i conti con l’antifurto interno, scattato immediatamente. Sul posto vigilanti e carabinieri

L'istituto di credito colpito nella notte.

BORGAGNE (Melendugno) – Da tempo sembrava che avessero concesso tregua almeno agli istituti di credito. E invece hanno messo fuori uso il sistema di allarme, utilizzando della schiuma poliuretanica, conosciuta come "espansa". “Armati” di bombolette spray, hanno riempito i sensori di una spuma che si è poi solidificata. Da quel momento hanno potuto agire indisturbati, e mettere a segno un furto rimasto compiuto soltanto a metà e dai contorni ancora poco nitidi.IMG-20151016-WA0003-2

Tutto è accaduto nella notte, ai danni della filiale del Credito cooperativo Terra d’Otranto nel centro di Borgagne, la frazione di Melendugno, in piazzetta Sant’Antonio. I malviventi si sono introdotti nei locali dell’istituto di credito puntando alla cassaforte. Ma una volta dentro, quando pensavano di riuscire anche a disattivare l’antifurto interno, hanno dovuto allontanarsi a causa della sirena che è invece partita attirando le guardie giurate dell’istituto di vigilanza privata “Almaroma”.

I ladri hanno asportato soltanto una cassettina in metallo, contenente le monete per un valore irrisorio: si parla di una somma di circa venti euro. Intanto sono sopraggiunti i vigilanti, assieme ai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce. I militari dell’Arma hanno eseguito un sopralluogo sia nei locali della banda, sia nei paraggi, alla ricerca di indizi utili alle indagini.IMG_5641-2

 Un elemento di partenza è rappresentato dalle videocamere di sorveglianza, recuperate immediatamente dai carabinieri. Le registrazioni sono ora nelle mani dei tecnici: da quei fotogrammi potrebbero emergere i volti dei malviventi, e il mezzo utilizzato per raggiungere la banca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiuma espansa sui sensori di allarme della banca. Ma rimediano appena 20 euro

LeccePrima è in caricamento