Malviventi si recano in chiesa. Ma per rubare un cellulare e un portatile

I ladri hanno raggiunto la chiesetta Cuore immacolato di Maria, in via Adriatica, intorno alle 15,30. Entrati con facilità nel piccolo luogo di culto, hanno portato via alcuni apparecchi tecnologici del parroco e sono fuggiti. Indaga la polizia

Foto di repertorio

LECCE  - La pausa pranzo, per alcuni malviventi, sarebbe stata all’insegna della contemplazione e della preghiera se, invece di arraffare il bottino, avessero abbandonato la chiesetta di via Adriatica, a Lecce, a mani vuote. Un altro colpo riuscito, quello di questo pomeriggio, intorno alle 15,30, ai danni del piccolo luogo di culti intitolato al “Cuore immacolato di Maria”, già presa di mira in più di un'occasione.

I ladri si sono introdotti con facilità. La porta era completamente aperta e non hanno, dunque, trovato alcune difficoltà a raggiungere lo studiolo del parroco. Da cui sono riusciti a prelevare un telefono cellulare e un computer portatile. Il tutto del valore di alcune centinaia di euro. Sono fuggiti senza essere notati. Soltanto quando il sacerdote ha scorto l’ammanco si è rivolto alle forze dell’ordine per denunciare l’accaduto.

Sul posto sono infatti giunti gli agenti di polizia, i quali hanno eseguito un sopralluogo sul posto, assieme al parroco, per chiarire se siano stati trafugati anche altri oggetti.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

Torna su
LeccePrima è in caricamento