Cronaca

Ladri nella ditta all'ingrosso: rubano tre furgoni e via con derrate alimentari

Usando un Ducato e due Ford della stessa Df Ristoservice, nella zona industriale di Nardò, i malviventi di notte hanno portato via diversa merce, in particolare formaggi e prosciutti. In mattinata, sopralluogo dei carabinieri

NARDO’ – Il brutto presentimento dell’alba si è trasformato in amara realtà quando, salito in auto per correre verso l’azienda, il titolare ha scoperto esattamente quello che temeva: era stata in parte saccheggiata. E a quel punto, non ha potuto fare altro che chiamare i carabinieri per un sopralluogo, oltre a iniziare a calcolare i danni.

Potrebbe superare i 60mila euro il valore del bottino racimolato nel corso di un furto messo a punto nella zona industriale di Nardò, da una banda di ladri che aveva un piano ben preciso, ovvero scovare le chiavi di diversi furgoni, caricarli il più possibile di derrate alimentari di qualità e svignarsela con il favore delle tenebre.  Tutta merce che, con ogni probabilità, sarà immessa sul mercato nero.

Il furto, ai danni della Df Ristoservice, ditta che si occupa di forniture alimentari all'ingrosso per ristoranti e pizzerie, dovrebbe essersi consumato attorno all’una di notte, secondo un copione che potrebbe replicarsi sempre più spesso, da qui in avanti, ora che è stato abolito il coprifuoco notturno imposto per la pandemia e che quindi chiunque può girare liberamente a qualsiasi ora, senza essere subito inseguito dalla prima auto di pattuglia di passaggio delle forze dell’ordine.

1eeb9aac-1b66-4099-9f5f-0ec49671da08-2

I malviventi, non meno di tre soggetti (ma si presume che dovessero esser di più, per un “lavoro” quanto più rapido possibile), dopo aver presumibilmente scavalcato la cancellata esterna, sono riusciti a penetrare nell’edificio forzando qualche ingresso, recandosi negli uffici e trovando le chiavi di tre furgoni, un Fiat Ducato e due Ford.

Quindi, una volta avuto accesso ai magazzini, hanno iniziato a prelevare merce di vario tipo, in particolare formaggi e prosciutti, cioè quelli di maggior valore, per riporti nei veicoli. Infine, quando hanno ritenuto che il carico fosse sufficiente, hanno messo in moto e sono partiti. Sembra che l’allarme, collegato direttamente al telefono cellulare del titolare, abbia inoltrato messaggio d’intrusione, ma che, dormendo, se ne sia accorto solo qualche ora dopo.   

Sul posto, questa mattina, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Nardò, per effettuare un sopralluogo in cerca di tracce e di immagini utili delle videocamere di sicurezza. È ipotizzabile che la banda sia fuggita seguendo l’itinerario più breve che conduce verso la strada statale 101, ovvero immettendosi da via Fratelli Mattei in via Giorgio Perlasca.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri nella ditta all'ingrosso: rubano tre furgoni e via con derrate alimentari

LeccePrima è in caricamento