Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Rubano di nuovo nel fondo mentre stava denunciando i furti. Acciuffati

Bloccati due 25enni a Melissano. Rubavano legna nella proprietà di un uomo. L'ultimo furto, mentre era in commissariato a Gallipoli

l'attrezzatura sequestrata

MELISSANO – L’ennesimo furto di legna, all’interno di un appezzamento di terreno lungo la provinciale che collega Melissano a Felline, è stato bloccato mentre il proprietario della zona agricola era in commissariato a denunciare i continui soprusi all’interno della sua campagna.

Il proprietario del terreno, e della legna, aveva infatti già subito parecchi furti, ma gli autori erano sempre rimasti sconosciuti. Stavolta però ci hanno pensato gli agenti delle Volanti del commissariato di polizia di Gallipoli, diretti dal vice questore Marta De Bellis, e il personale della polizia locale di Melissano, a bloccare i responsabili colti sul fatto nella tarda mattinata di oggi.

Con l’accusa di furto aggravato in concorso tra loro sono infatti stati arrestati, e posti ai domiciliari, due giovani 25enni di Taviano e Racale. Si tratta di Manilo Mosticchio e Manuel Scafa scoperti, intorno alle 13,30 di oggi, all’interno del terreno agricolo, in località Quarta, in agro di Melissano, intenti a tagliare alcuni alberi d’ulivo con l’ausilio di una sega a motore e ad accatastare la legna, fatta a pezzi, su un autocarro.

I poliziotti e i vigili urbani hanno colto i due giovani in flagranza nella campagna nella quale era stato segnalato l’ennesimo furto di legna. L’autocarro e tutta l’attrezzatura usata per il compiere il furto è stata sottoposta a sequestro e la legna è stata restituita al legittimo proprietario. I due giovani sono stati arrestati e sottoposti agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano di nuovo nel fondo mentre stava denunciando i furti. Acciuffati

LeccePrima è in caricamento