Ancora un distributore colpito. Sradicano colonnina del self service e fuggono

I malviventi, certamente professionisti, hanno agito nella notte ai danni dell’area di rifornimento “Aviolamp” alla periferia di Felline, la frazione di Alliste. Sono scappati con l’ingombrante bottino, contenente l’incasso, ancora in fase di quantificazione. Sul posto, i carabinieri della compagnia di Casarano

FELLINE (Alliste) – Hanno sradicato la colonnina del distributore e sono fuggiti. I ladri, nella notte, hanno colpito l’area di rifornimento “Aviolamp” di Felline, la frazione di Alliste. Il colpo è stato messo a segno, nel cuore della notte, da ladri esperti. Forse servendosi di un veicolo, hanno divelto completamente il congegno che contiene la cassettina con il denaro e che serve per prelevare le banconote del servizio self service.

Non hanno dunque aperto la colonnina sul posto, come in altre precedenti occasioni è avvenuto, ma si sono dileguati direttamente con l’ingombrante bottino, contenente denaro ancora in fase di quantificazione Il furto è stato scoperto all’alba, dai gestori, i quali hanno denunciato l’episodio alle forze dell’ordine.

Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Racale, assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casarano, per eseguire i rilievi. Non è dato sapere se, in zona, vi siano videocamere funzionanti che potrebbero aver ripreso la scena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quel che è certo è che per la banda di malviventi la fuga deve essere stata piuttosto semplice. Il luogo della stazione di rifornimento, infatti, ha sede all’altezza di un incrocio dal quale partono due strade provinciali in direzione della costa ionica: l’una per Torre San Giovanni, l’altra per Capilungo. Entrambe le vie, tuttavia, non sono frequentate se non nei mesi estivi. Si esclude, pertanto, che qualcuno possa aver assistito ai movimenti sospetti da parte di qualcuno.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripresa del virus in provincia di Lecce: 33 i positivi, tra questi bimbo di 4 mesi

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento