Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Via Casarano, 11

Svuotano le colonnine del self-service, ma vengono fermati: presi in due

Il furto intorno alle 2 e mezzo della notte, ai danni della stazione “Q8”, sulla provinciale che collega Taurisano a Casarano. Due individui del Barese presi subito dopo

Polizia e vigilanti sul luogo.

TAURISANO – La trasferta è costata cara ad alcuni componenti della banda. Un furto, nella notte, ai danni dell’ennesimo distributore di carburanti: ladri bloccati e arrestati poco dopo. Si tratta di Pasquale Brilli di 59 anni e Gaetano Salierno di 66, entrambi di Bitonto.  I due hanno preso di mira la stazione “Q8”, sulla strada provinciale che collega Taurisano a Casarano, intorno alle 2 e mezzo. Hanno raggiunto il piazzale, per poi accanirsi sulle colonnine del self-service che contengono il denaro. Ma il sistema di allarme si è immediatamente attivato. Hanno danneggiato una parte consistente della colonnina, per poi impossessarsi delle banconote. 1-2-3-7

Ma non hanno avuto il tempo di dileguarsi. Gli altri tre complici, invece, ci sono riusciti. Sul posto gli agenti del commissariato di Taurisano e i colleghi della sezione volanti, coordinati dal primo dirigente Salvatore Federico. In due, entrambi della provincia di Bari, sono stati acciuffati subito dopo il colpo: avevano  nelle tasche banconote di vario taglio, presunto bottino del colpo appena commesso.  La perquisizione effettuata all’interno del veicolo ha permesso di rinvenire inoltre: una tronchesina, una chiave a pappagallo, due torce, un telefono cellulare, una batteria per ricetrasmittente e tre guanti in lattice. Tutti arnesi poi sottoposti a sequestro.

Mentre la perquisizione personale addosso ai fermati ha portato al sequestro di oltre 500 euro, ritenuto parte dell’intero ammontare della cassa. Nel corso della giornata, intanto, i poliziotti hanno visionato i filmati del sistema di videosorveglianza, per ricostruire ogni fase del furto perpetrato nell'attività. I due, al termine degli accertamenti, sono finiti in manette. A loro carico, in passato, precedenti per furto aggravato, ricettazione, porto abusivo di armi e rapina. Risponderanno di furto aggravato in concorso. Sono tuttora in corso le indagini per rintracciare gli altri tre componenti della banda: dalle videocamere, infatti, sono stati immortalati in cinque.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svuotano le colonnine del self-service, ma vengono fermati: presi in due

LeccePrima è in caricamento