Con la motosega recide 11 quintali di legna di olivi secolari: nei guai

Un 47enne di Squinzano è stato inseguito dal proprietario nelle campagne della periferia leccese

Foto di archivio

LECCE  - La segnalazione è giunta alle forze dell’ordine in mattinata. Un individuo, a bordo di un furgone cassonato, un Fiat Iveco, di colore rosso, è risultato sospetto. Il suo conducente, infatti, era stato appena notato mentre, munito di motosega, stava per tagliare un ulivo secolare e lo stava per caricare sul mezzo.

L’episodio è avvenuto alla periferia di Lecce, in località “Masseria Ghetta – San Demetrio”, nei pressi della strada che conduce a Surbo. Il proprietario del fondo, che ha assistito alla scena in diretta, non ci ha pensato su un secondo e ha allertato gli agenti di polizia. Il ladro di legname, intanto, si è dato alla fuga, ma è stato bloccato appena alcuni metri dopo dallo stesso titolare da un vigilante di un istituto di sicurezza privata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giunti sul posto, gli uomini delle volanti hanno accertato che il malvivente stava per dileguarsi con circa 11 quintali di legna. R.D.P., un 47enne di Squinzano, è’ stato immediatamente accompagnato presso gli uffici della questura leccese, e denunciato per furto aggravato. Arnesi e furgone sono stati posto sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

  • La collisione, la caduta e la barca che affonda. “Sentivo il risucchio dell’elica”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento