Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Furto nel cantiere e via con l'Ape. Ma chiamano il 113

Lecce: un 29enne ed un 34enne sorpresi dalle volanti della polizia a bordo di un Motoape con materiale edile rubato da un cantiere, per un valore di circa 350 euro. A chiamare gli agenti un cittadino

Avevano fatto le scorte per un bel po' di tempo, almeno nelle intenzioni, forse da rivendere a qualche ricettatore attivo nel settore. Ampio di materiale trafugato da un cantiere edile e l'impunità assicurata da nessun occhio indiscreto, avranno pensato Antonio Lovino e Antonio De Lorenzis, rispettivamente 29enne e 34enne, residenti a Lecce, accomunati oltre che da un caso di omonimia anche per essere due furfanti dalle mani assai veloci. Nel pomeriggio di ieri, intorno alle 17, i ladri non avevano, però, messo in preventivo la chance di finire nell'occhio attento e assai civico di un cittadino che ha assistito ai movimenti strani dei due nel cantiere per poi allertare il 113 sulle malefatte in corso d'opera copmpiute dalla coppia.


Lovino e De Lorenzis, dopo aver scavalcato la recinzione a protezione dell'area interessata alla costruzione di alcuni alloggi per abitazioni civili da parte della società "Ateneum Srl.", avevano messo le mani su una motoape da cui stavano portando via un corposo quantitativo di materiale. Completata l'azione furtiva, i due ladri sono stati bloccati dagli agenti delle volanti, arrivati sul posto, ancor prima che i malviventi potessero fuggire. Lovino e De Lorenzis sono finiti con le mani nel sacco. Maneggiavano 16 pacchi di piastrelle e due sacchi di colla appena trafugati per un valore di 350 euro. Inevitabili le manette per i due "ladri di cantiere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto nel cantiere e via con l'Ape. Ma chiamano il 113

LeccePrima è in caricamento