Furto nel chiosco, vigilante e cittadini circondano ladro e lo mettono in trappola

Notte movimentata a Corigliano d'Otranto, dove un vigilante dell'Alma Roma è riuscito a bloccare uno dei due individui che stavano mettendo a soqquadro il bar "Di Sandro" in piazza Vittoria. Quando ha iniziato a urlare in piena notte, diversi residenti sono usciti dalle case per aiutare la guardia

CORIGLIANO D’OTRANTO – “Fermati”, ha iniziato a urlare il vigilante inseguendo quell’uomo per le vie del paese. Nella rovente notte estiva, molti si sono affacciati sull’uscio e ai balconi. E quando s’è capito cosa stesse accadendo, più di qualcuno si è riversato in strada.

E’ stato così che l’autore di un di furto è finito in arresto. Si tratta di Tommaso Claudio Afruni, 48enne di Poggiardo, ma con domicilio a Cutrofiano. Il vigilante e alcuni cittadini l’hanno circondato e tenuto a bada, in attesa che qualche minuto dopo arrivassero i carabinieri magliesi per prenderlo in consegna. Il 112 era stato già chiamato. 

La notte in bianco di alcuni coriglianesi è stata ricompensata dalla soddisfazione di aver contribuito a evitare l’ennesima effrazione. Corigliano d’Otranto e, in generale, diversi centri nel cuore del Salento, nell’area della Grecìa, troppo spesso sono finiti negli ultimi tempi al centro delle attenzioni di bande di ladri. Negozi, bancomat, bar, abitazioni private, distributori di carburanti: il ventaglio di obiettivi è vasto.   

Questa volta hanno deciso di puntare a un chiosco, per cercare di scassinare le slot machine e arraffare, magari, anche soldi rimasti dal giorno prima in cassa. E in due, incuranti persino dell’allarme che ha iniziato a suonare, hanno continuato nell’opera. Assumendosi quindi un rischio elevato. Alle 4,35, infatti, la segnalazione di allarme collegato al chiosco bar “Di Sandro”, in piazzetta Vittoria, ha raggiunto la centrale operativa dell’istituto di vigilanza Alma Roma, che ha subito inviato la guardia giurata più vicina per un sopralluogo.

FullSizeRender-20Forse lo stesso vigilante non si attendeva di trovare qualcuno ancora sul posto. Quindi, è stato colto da una grande sorpresa nel momento in cui s’è imbattuto in due individui che stavano ancora mettendo a soqquadro l’interno del chiosco. I quali, ovviamente, a quel punto si sono dati a una fuga precipitosa a piedi.

AFRUNI Tommaso-2Il vigilante s’è messo alle calcagna di quello più vicino a lui e, nella rumorosa situazione che ha destato diversi residenti, alla fine è riuscito a bloccarlo. Nel frattempo, altre pattuglie della vigilanza hanno raggiunto la zona, con i militari dell'aliquota radiomobile della compagnia di Maglie che da un lato hanno preso in consegna l’uomo, dall’altro hanno diramato le ricerche del secondo.

I due, con ogni probabilità hanno raggiunto Corigliano d’Otranto con un’auto. Non si può escludere che vi fosse un terzo complice appostato nelle vicinanze, pronto a spingere sull’acceleratore per garantire la fuga, anche se questa al momento è solo un’ipotesi. In ogni caso, per Afruni è andata molto male.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Addosso aveva 250 euro in contanti, sottratti dal registratore di cassa. Il denaro, il passamontagna e gli attrezzi per lo scasso usati da Afruni e dall’ignoto complice sono stati sequestrati. L’uomo, peraltro già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato in concorso. Su disposizione del pm Carmen Ruggiero, è stato sottoposto agli arresti domiciliari a Cutrofiano. Nel processo per direttissima, la condanna è stata di un anno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento