rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca

Furto all'alba nel supermercato, i ladri inseguiti si schiantano: uno in manette

I carabinieri di Lecce hanno intercettato una Ford Focus sulla circonvallazione. All'interno c'era la refurtiva sottratta in un supermercato di San Cesario. L'auto è finita fuori strada. Arrestato Domenico Vitale, 41enne di Surbo. E' caccia al complice

LECCE – Un inseguimento spericolato poco prima dell’alba, l’auto ormai fuori controllo che sbanda e si schianta nei pressi del Centrum, in viale Leopardi, un uomo che fugge a piedi nella notte, l’altro costretto ad arrendersi, ormai circondato dai carabinieri. Domenico Vitale, 41enne di Surbo, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza, si trova ora recluso nel carcere di Lecce.

Tutto è nato dopo un furto avvenuto nel supermercato “Meta”, sulla provinciale Lecce-San Cesario. Un cittadino ha notato movimenti sospetti nel recinto del magazzino ed ha composto il 112. Tutto confermato da una prima pattuglia che, inviata sul posto, ha riscontrato evidenti segni di scasso. E dall’interno mancavano all’appello diverse cose: merce alimentare, soprattutto liquori, ma anche un registratore di cassa. Una rapida raccolta d’informazioni ha fatto emergere la targa di una Ford Focus, che si era appena allontanata dalla zona a tutta velocità.

Mentre buona parte della città ancora dormiva, fra i viali è scattata una serrata caccia all’uomo. La Focus, a bordo della quale c’erano due uomini, è stata intercettata all’ingresso di Lecce. E quando gli occupanti hanno incrociato la “gazzella” dell’Arma, ha avuto inizio una sorta di duello su strada, con semafori “bruciati” e manovre spericolate.

Ma, davanti al Centrum, l’autista della Focus ha perso il controllo, e l’auto è finita fuori strada. Decisi a non farsi arrestare, i due hanno iniziato a correre a perdifiato, seguiti dalla pattuglia del nucleo radiomobile e da un militare che, all’alba, aveva appena smontato dal turno presso la stazione di Lecce Principale (che sorge a poche decine di metri dal luogo, in via Lupiae), ma è subito andato in supporto ai suoi colleghi. Si tratta dello stesso militare che il 2 settembre dello scorso anno intervenne, mentre era libero dal servizio, per sventare una rapina a mano armata presso il “MercatoneUno” di San Cesario e ingaggiò una colluttazione con la banda di malviventi.

Mentre il complice di Vitale è riuscito a dileguarsi, quest’ultimo, braccato, è stato bloccato e condotto in caserma. Gli accertamenti hanno permesso di scoprire che l’auto era stata alcuni mesi addietro a Merine di Lizzanello. E dentro c’era la refurtiva del supermercato, insieme ad arnesi per lo scasso.

Vitale, che è un sorvegliato speciale tenuto di notte a rimanere presso il suo domicilio, è stato arrestato e condotto in cella. Al momento sono in corso ulteriori indagini per scoprire il percorso della fuga del ricercati e i legami di Vitale con altre persone. Non si esclude che la svolta sia vicina. Al vaglio sono anche i dettagli di alcuni furti simili avvenuti nelle precedenti notti intorno a Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto all'alba nel supermercato, i ladri inseguiti si schiantano: uno in manette

LeccePrima è in caricamento