Cronaca Strada Statale 16

Furto nell'area di servizio, uno dei ladri si ferisce e perde sangue

Malviventi nella notte nel bar del distributore Agip sulla statale 16. Rubati soldi, "gratta e vinci", stecche di sigarette. Sottratti anche gli hard-disc del sistema di videosorveglianza. S'indaga partendo dalle tracce lasciate

 

MELPIGNANO – Non si sa quanti fossero, e nemmeno come, esattamente, siano riusciti ad entrare, senza – in apparenza – provocare una vera e propria effrazione alla porta d’ingresso, ma facendo comunque scattare l’allarme. Un indizio, però, c’è, ed è l’unico sul quale possono lavorare i carabinieri della compagnia di Maglie: nella foga di arraffare il possibile, uno dei ladri che questa notte hanno saccheggiato il bar annesso ad una stazione di servizio Agip, ha urtato contro qualche spigolo, ferendosi e lasciando per terra tracce di sangue, ora repertate.

Il furto è avvenuto nel cuore della notte nell’area che sorge sulla statale 16 Lecce-Maglie, quasi all’altezza dell’uscita per Melpignano. I malviventi sono riusciti ad aprire l’ingresso e ad infilarsi all’interno. L’antifurto è scattato, ma, quando la pattuglia della Sveviapol è arrivata sul posto, dei malviventi non c’era traccia. Forse si erano nascosti nelle vicinanze o, magari, si erano già volatilizzati.

Tant’è: hanno arraffato un bottino di pochi spiccioli presenti nella cassa, stecche di sigarette e i classici “gratta e vinci”, per un valore, in quest’ultimo caso – puramente nominale – di circa 10mila euro, e che non sono, ovviamente utilizzabili, perché, una volta comunicata la serie all’Aams, vengono bloccati. Il danno, ad ogni modo, non è coperto dall’assicurazione.

I ladri, in tutto questo, hanno pensato bene di sottrarre anche gli hard - disc del sistema di videosorveglianza. Una premura inutile, perché – ma questo, ovviamente, non potevano saperlo – il sistema era fuori uso da almeno cinque mesi. Piuttosto, con quella ferita e la perdita di sangue, i malviventi hanno lasciato una traccia, seppure esigua, ai militari i quali, dopo il sopralluogo e la ricostruzione dei fatti, hanno avviato le indagini.       

Nella zona di Taurisano, invece, poco dopo mezzanotte, la guardia giurata di una pattuglia dell'istituto di vigilanza Fidelpol, durante un normale controllo, trovandosi all'altezza di via via Miggiano, ha notato due individui che spingevano un motocarro Ape di colore verde, con numerosi mezzi agricoli nella parte posteriore. Il fatto ha ovviamente insospettito il vigilante, vista anche l'ora, e così ha avvertito la centrale operativa, avvicinandosi nel contempo con cautela al  mezzo. 

I due individui, descritti come persone di giovane  età, intuite le intenzioni ed i movimenti della pattuglia, hanno abbandonato il motocarro sono fuggiti per i campi. Avvisato il commissariato di polizia di Taurisano, gli agenti, da un controllo, hanno riscontrato come il mezzo risultasse rubato (l'articolo completo su questa seconda vicenda, a parte, Ndr). 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto nell'area di servizio, uno dei ladri si ferisce e perde sangue

LeccePrima è in caricamento