Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Strada statale Lecce-Brindisi

Razzia 7 quintali di "oro rosso", colto sul fatto da un carabiniere fuori servizio

Un 44enne di Surbo è finito ai domiciliari, perché sorpreso con centinaia di chili di "oro rosso" prelevati dalla zona industriale, utilizzando una corda collegata al veicolo. Un carabiniere, di ritorno da Brindisi, ha scorto i movimenti sospetti dalla statale e lo ha fatto bloccare dai colleghi di Lecce

Foto di repertorio

SURBO – Ha rubato sette quintali di rame, direttamente dall’azienda “Elcos srl”, specializzata nella costruzione di impianti per il trattamento delle acque, nella zona industriale di Surbo, ma è stato sorpreso per una originale coincidenza ed arrestato. Si tratta di Lucio Ruggio, un 44enne residente nel comune alle porte di Lecce. Per prelevare quell’ingombrante bottino, aveva legato una corda alla propria autovettura e, riuscendo a far saltare fuori le pesanti matasse di cavi elettrici, trainandole oltre il muro di cinta aziendale. Colto dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Lecce.

Quando è stato sorpreso dai carabinieri, alcune delle matasse – per un totale di 200 chilogrammi – erano già state accatastate presso il veicolo, pronte per essere caricate e portate altrove.  Quelle restanti, invece, per ulteriori 500 chili, erano rimaste sul lato esterno del muro. Ironia della sorte, è stato un militare libero dal servizio a dare la segnalazione alla centrale operativa del comando provinciale.RUGGIO LUCIO-2

Percorrendo la strada statale che da Brindisi conduce al capoluogo salentino, infatti, il dipendente dell’Arma ha notato un uomo a bordo della carreggiata che, saltando oltre il guardrail, stava camminando nel canale di scolo delle acque piovane. Poco distante, l’auto con il cofano aperto ed una corda che fuoriusciva dall’abitacolo.

Sopraggiunti i militari, Ruggio è stato immediatamente bloccato sul fatto, e trovato con un cutter professionale e guanti di lavoro, utilizzati per recidere i cavi. Il materiale è finito sotto sequestro mente l’uomo è finito ai domiciliari, su disposizione del magistrato di turno, il sostituto procuratore Antonio Negro, in attesa dell’udienza di convalida.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzia 7 quintali di "oro rosso", colto sul fatto da un carabiniere fuori servizio

LeccePrima è in caricamento