Rubano contanti e una macchinetta dal bar. Ladri in fuga con oltre 5mila euro

L'ennesimo colpo è stato registrato ai danni di un esercizio commerciale. Una banda di malviventi ha prelevato un ingente bottino dalla caffetteria "Martimilla" di via Massaglia, per poi asportare anche un apparecchio cambia soldi. Indagano i poliziotti della scientifica

Il bar depredato.

LECCE – L’ammanco è stato scoperto questa mattina, ma risalirebbe alla notte scorsa. L’ennesimo furto è stato messo a segno in città, ai danni del bar “Martimilla”, in via Guglielmo Massaglia, nei pressi di piazzale Rudiae. La banda, che ha pianificato sapientemente il colpo, ha prelevato svariate migliaia di euro, dopo aver manomesso le slot machine e gli apparecchi cambia soldi all’interno del locale.

L’ammontare del bottino si aggirerebbe attorno ai cinquemila euro, ai quali si sommano i danni arrecati agli infissi, forzati per accedere nella caffetteria e il valore di una macchinetta automatica, portata via assieme ai contanti. Ad accorgersi dell’accaduto, intorno alle 7 del mattino, il titolare dell’esercizio. Quando l’uomo ha raggiunto, come ogni giorno, il proprio locale, si è reso contro dell’accaduto e ha allertato immediatamente alla polizia.

Gli agenti della scientifica sono giunti sul posto dove, dopo aver ascoltato la vittima del furto, hanno proceduto con i rilievi nel locale. Al vaglio degli inquirenti, intanto, l’eventuale presenza di videocamere di sicurezza, installate in zona, dalle quali potrebbero emergere dettagli determinanti per l’identificazione dei responsabili. Potrebbe essere l'unico modo di risalire ai ladri, considerando che il bar  non ne ha di proprie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Il giallo del piccolo Mauro: ascoltati per ore i genitori in una località segreta

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

  • Dopo il tamponamento continua la marcia verso casa senza una ruota

Torna su
LeccePrima è in caricamento