Portano via quattro slot machine dal bar. Poi smontano il registratore dell’allarme

Il furto nella notte, in una caffetteria di Acquarica del Capo. I malviventi sono fuggiti con diverse centinaia di euro e il registratore dell’antifurto

Foto di archivio

ACQUARICA DEL CAPO  - Ancora un bar colpito: è accaduto nella notte, ad Acquarica del Capo. I ladri hanno preso di mira la caffetteria “Lastecca”, di Piazza della Costituzione. Si sono introdotti nel locale, approfittando delle strada deserte, per poi portare via quattro slot-machine presenti all’interno.

Non è dato sapere quanti contanti vi fossero nelle macchinette, la cifra è ancora in fase di quantificazione. Si parla in ogni caso di una somma non inferiore ad alcune centinaia di euro. Ma non è tutto. Al danno economico e a quello all’infisso, se ne aggiunge un altro: i malviventi hanno anche disattivato il sistema di allarme, il cui registratore si trovava sotto alla cassa.

Hanno portato via anche il dispositivo, vanificando le registrazioni depositate fino a quel momento. Sul posto, all’alba, i carabinieri della stazione di Presicce per le indagini. I militari sperano di rintracciare altri filmati, dalle telecamere dell’isolato, per recuperare indizi sulla banda.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

Torna su
LeccePrima è in caricamento