Cronaca Melendugno

Gabrielli saluta "La Terrazza": quest'anno il 50 per cento di presenze in più

L'accordo con il Capo della Polizia ha permesso di avere anche personale delle "Fiamme Oro" per i servizi ai disabili sulla spiaggia

SAN FOCA – San Foca ha avuto questa mattina un ospite d’onore: il prefetto Franco Gabrielli, capo della Polizia di Stato, arrivato nel Salento per salutare la chiusura della stagione estiva del lido balneare “La Terrazza – Tutti al mare”. E’ qui, infatti, che è divenuta realtà un’idea dell’assistente capo Gaetano Fuso.

Fuso ha soli 40 anni, ma purtroppo non è più in attività perché affetto da Sla, una patologia gravemente invalidante. Tuttavia, tramite l’Associazione 2HE e l’accordo firmato a maggio proprio con Gabrielli, ha potuto offrire la possibilità a tanti altri sfortunati, affetti da disabilità motorie, di godere del mare in un tratto di spiaggia libera, ma molto ben organizzato.   

Il progetto, che esiste già da tre anni, gode del sostegno del Comune di Melendugno, che ha affidato la gestione di un tratto del demanio comunale per impiantare un’area attrezzata e accessibile a persone affette da Sla o altre disabilità neuromotorie.

Il tutto è completamente gratuito, ma comunque ricco di servizi, grazie all’assistenza specialistica ai bagnanti affetti da patologie e al personale per eventuali azioni di salvataggio.

Per questa stagione estiva, da giugno a settembre, grazie alla sottoscrizione del protocollo di intesa con il Dipartimento della pubblica sicurezza, l’associazione 2HE ha potuto contare anche sull’assistenza degli agenti della Polizia di Stato appartenenti ai gruppi sportivi delle “Fiamme Oro”, che, tra i propri settori sportivi, contemplato anche il nuoto per salvamento, praticato per fini istituzionali.

“L’idea di un nostro appartenente che va avanti da tre anni – ha ricordato, a tale proposito, il prefetto Gabrielli - quest’anno si è arricchita di una partecipazione strutturata dalla Polizia di Stato, grazie agli atleti e alle squadre nautiche che hanno consentito di rendere l’attività più incisiva, a tal punto che l’iniziativa ha avuto un aumento del 50 per cento delle presenze”.

Il dato è stato fornito dall’avvocato Monica Rollo, presidente dell’associazione, nel corso dei saluti, insieme all’assistente capo Gaetano Fuso. “Come ricordava anche Gaetano – ha proseguito Gabrielli -, questa è l’immagine della polizia che amiamo. Una polizia che non sa essere solo severa, baluardo di legalità, ma soprattutto vicina alla gente e in particolare a chi è meno fortunato. Guardiamo alle prossime annualità con la speranza e l’impegno che saremo presenti quo e per altre iniziative nel Paese. Noi – ha aggiunto - saremo vicini a tutte le iniziative che non solo hanno dimostrato di esserci, ma di esserci con organizzazione”.

In conclusione, il capo della Polizia ha anche spiegato di essere stato soddisfatto che appartenenti al Corpo abbiano avuto la possibilità di trascorrere un periodo ad aiutare l’associazione, manifestando in maniera evidente la soddisfazione per aver partecipato. In fin dei conti, ha concluso, “basta vedere i volti delle persone che hanno potuto fare quest’esperienza”.

A maggio Gabrielli, a Lecce, presso il Teatro Apollo, aveva sottoscritto il protocollo d’intesa tra il ministero dell’Interno (Dipartimento della pubblica sicurezza) e l’Associazione 2HE- Center for Human Health and Enviroment. Il progetto “La terrazza - Tutti al mare”, rientra nell’ambito del più ampio progetto “Io posso”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gabrielli saluta "La Terrazza": quest'anno il 50 per cento di presenze in più

LeccePrima è in caricamento