menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

Una donna, non ancora 38enne, è spirata nel tardo pomeriggio a Gagliano del Capo. Ancora da chiarire le cause del decesso

GAGLIANO DEL CAPO – Inizialmente si era temuta una folgorazione, anche perché vi è una lavatrice nel bagno di casa. Ma l’ipotesi, per il momento, non ha trovato corpo. E, in ogni caso, non sembra che si siano registrati cortocircuiti in casa. L’unica certezza, purtroppo, è che Maria Immacolata Bisanti, 38 anni a novembre, è morta sotto la doccia. E che a fare la terribile scoperta della tragedia sono stati i genitori, rientrati a casa nel tardo pomeriggio. Da loro, la richiesta d’intervento, immediata, al 118. Tutto, purtroppo, inutile.

Domiciliata in Emilia Romagna, la donna era rientrata giusto ieri nella nativa Gagliano del Capo, per trascorrere un periodo con la propria famiglia. In questi giorni, peraltro, in paese vi è fermento per le elezioni e quindi è probabile che avesse fatto ritorno anche per quest’occasione. Purtroppo, però, nel tardo pomeriggio, è successo qualcosa. Qualcosa che non le ha lasciato scampo. Una caduta? Un malore? Sono alcune fra le teorie per cercare di inquadrare questo decesso, del tutto inatteso. Di certo, un incidente domestico che è risultato fatale, se è vero che gli operatori del 118, una volta arrivati sul posto, hanno tentato per oltre 45 minuti, disperatamente, di rianimarla. Non c’è stato verso.

Sul posto è stato richiesto anche un intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Tricase, proprio perché la prima segnalazione riguardava un’ipotesi di folgorazione, ma è tutto da verificare. Al momento, l'ipotesi principale è quella che la donna possa essere stata colta da infarto. Per i rilievi, in via XXIV Maggio, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Gagliano del Capo. Il pubblico ministero di turno ha disposto il trasferimento della salma nella camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce per un’ispezione cadaverica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento