Ruba farmaci nel distretto, stacca la corrente e ora si temono seri danni

Un 43enne di Gagliano denunciato. Pensava che così le videocamere non funzionassero. Rischi per i medicinali nelle celle

GAGLIANO DEL CAPO – Dopo il furto aveva tenuto per sé siringhe, farmaci e lidocaina, l’anestetico blando usato principalmente per interventi di odontoiatria. Il resto, distrutto nel camino, dando fuoco. Quello che forse non pensava, un 43enne di Gagliano del Capo, era che i carabinieri avrebbero bussato così presto alle porte di casa. Perché era convinto di averla fatta franca, di non essere stato immortalato dalle videocamere.

E invece, aver staccato la luce non è servito a niente, se non a rischiare di provocare danni seri ai farmaci e ai vaccini antinfluenzali custoditi nelle celle frigorifere del distretto socio-sanitario di Gagliano del Capo. Perché è lì, nella notte, che l’uomo, soggetto con precedenti, ha pensato bene di mettere a segno il furto.

Il fatto è stato scoperto questa mattina dal personale medico. La porta d’ingresso era forzata e, durante il sopralluogo, s’è scoperto che dc46d991-624a-460c-87a4-e220c7277c00-2qualcuno era salito fino al secondo piano, entrando nell’ambulatorio odontoiatrico, mettendo tutto a soqquadro e rubando un personal computer, farmaci, ricettari e timbri del medico. E per farlo, aveva tolto la corrente, nella chiara speranza di eludere la videosorveglianza. Ma le telecamere hanno una loro autonomia e così hanno ripreso tutto e fornito un assist perfetto ai carabinieri.

I militari del Nucleo operativo radiomobile di Tricase, infatti, una volta sul posto per le indagini, hanno subito riconosciuto nelle immagini un soggetto di Gagliano, a loro noto, hanno avvisato il pubblico ministero di turno, Maria Vallefuoco, ed effettuato una perquisizione domiciliare. Farmaci e siringhe sono stati recuperati e restituiti al medico.

Al resto, compreso il computer, il 43enne aveva ormai dato fuoco, non ritenendo il materiale a lui utile. È stato denunciato a piede libero per furto e danneggiamento. E i danni effettivi, quelli dovuti all’assenza per ore di energia elettrica, devono ancora essere calcolati. Non si esclude che possa essere richiesta una misura cautelare nei confronti del 43enne.       

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Tentano rapina a commercialista al rientro a casa. Reagisce e fuggono

Torna su
LeccePrima è in caricamento