rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca Aradeo

Coltellate, colpi di mazza e ruote spaccate: la folle notte del fine settimana

Le vicende sembrano correre parallele e coinvolgono come attori principali un gruppo di soggetti non identificati, un 29enne di Noha e un 35enne di Aradeo. Quest'ultimo ha una profonda lesione a un occhio

GALATINA – Uno di 29 anni, di Noha, frazione di Galatina, con ferite da taglio alla schiena e il rischio di perforazione di un polmone, finito all’ospedale di Copertino. L’altro, un 35enne di Aradeo, aggredito addirittura nei pressi del pronto soccorso del “Santa Caterina Novella” di Galatina da un gruppo composto da più soggetti, con i volti coperti e qualcuno forse armato di un oggetto contundente di ferro, mentre si trovava in compagnia del padre che l’aveva lì accompagnato per le ferite riportate a una mano, anche in questo caso dovute all’uso di qualche arma da taglio.

Un’aggressione, quest’ultima, che s'è rivelata particolarmente violenta, con il padre che poco ha potuto fare per difendere il figlio. Il giovane ha subito forti lesioni, specie al volto, tanto che si temeva potesse perdere un occhio.Successivamente, è stato dimesso con una prognosi di venti giorni.

Ebbene, più di un sospetto porta a credere che le due vicende siano strettamente collegate, anche perché avvenute grossomodo nello stesso lasso temporale, nella notte fra venerdì e sabato. Il 29enne sarebbe stato portato nel pronto soccorso del “San Giuseppe da Copertino” da alcuni soggetti che se ne sono andati prima di poter essere in qualche modo identificati. E, come detto, ha rischiato la perforazione di un polmone. Questione di centimetri. Ha comunque voluto firmare le dimissioni dall’ospedale.

Tutto questo mentre a Galatina si è consumata quella feroce aggressione al 35enne di Aradeo. Alcuni soggetti (gli stessi che hanno condotto il 29enne di Noha a Copertino?) si sono presentati all’esterno del nosocomio. Padre e figlio stavano uscendo per recarsi al “Vito Fazzi” di Lecce, onde verificare meglio le lesioni alla mano (che lui ha sostento essrersi procurato a causa di un incidente domestico).

Ma ecco che quel gruppetto composto da quattro o cinque individui, sopraggiunti con un'autovettura, ha sferrato l’attacco dal quale i due non hanno avuto modo di difendersi. Particolarmente gravi le ferite riportate dal 35enne, a volto. L'uomo è stato portata al "Vito Fazzi" di Lecce dallo stesso padre e qui ha ricevuto ulteriori cure.

Come ulteriore corollario di quella che sembra un regolamento di conti in piena regola, l’autovettura del 29enne di Noha, una Range Rover, è stata trovata parcheggiata ad Aradeo (comune che frequenta regolarmente per motivi personali) con tutte e quattro le gomme spaccate. Sul caso, dopo il primo intervento dei carabinieri dell’aliquota radiomobile di Gallipoli, stanno indagando i carabinieri della tenenza di Copertino, che, fra le altre cose, hanno acquisito filmati delle telecamere dell’ospedale locale.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltellate, colpi di mazza e ruote spaccate: la folle notte del fine settimana

LeccePrima è in caricamento