Cronaca

"Aggredita da un cane", ma era stato il compagno: quattro anni e otto mesi

La vittima, con gravi lesioni, sarebbe stata convinta dall'uomo, 67enne, a fornire una versione falsa per coprirlo. Ma gli agenti del commissariato non furono affatto convinti. Ora deve scontare la pena

Il commissariato di polizia di Galatina.

GALATINA – “Le ferite al volto? Sono stata aggredita da un cane”. Ma non era affatto così. Intimidita dal compagno dell’epoca, che era stato il vero aggressore, si era convinta a fornire una versione falsa al momento dell’accesso in pronto soccorso. Tuttavia, la storia aveva tutt’altro che convinto personale sanitario e poliziotti e le indagini avevano ben presto svelato la verità. Per un 67enne di Galatina era così scattato l’arresto e, ora, è arrivato il momento di espiare la pena, dopo la condanna: 4 anni e 8 mesi.

A eseguire l’ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Lecce, ieri pomeriggio, sono stati gli agenti del commissariato galatinese. Il 67enne è stato condannato per lesioni e maltrattamenti alla compagna, fatti accertati il 22 e il 23 febbraio del 2019.

All’epoca una volante fu inviata al pronto soccorso del “Santa Caterina Novella” dove una donna, accompagnata da un uomo, era giunta con profonde ferite sul volto e sulla parte superiore del corpo. Tali le lesioni, da essere giudicate guaribili in un mese.

La vittima, come detto, aveva riferito di essere stata aggredita da un cane di grossa taglia, ma la versione dei fatti fornita non aveva convinto gli investigatori. Tanto che finì in arresto il compagno che era con lei e che, peraltro, l’avrebbe convinta a fornire tali dichiarazioni per sottrarsi alle proprie responsabilità. Dopo l’arresto, in attesa di giudizio, il 67enne era tornato in libertà. E lo è stato fino a ieri, quando, in esecuzione della sentenza, è stato condotto in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aggredita da un cane", ma era stato il compagno: quattro anni e otto mesi

LeccePrima è in caricamento