Ladri di pannelli fotovoltaici inseguiti nei campi: esplosi colpi in aria

Notte agitata in contrada Murrone, nei pressi di Galatone. Un banda è stata accerchiata e costretta alla fuga. Quattro le persone notate all'opera. I vigilanti della Fidelpol li hanno inseguiti invano a piedi in mezzo alla terra brulla. Sul posto per le indagini sono intervenuti i carabinieri

Repertorio.

GALATONE – Nelle campagne alla periferia di Galatone, in contrada Murrone, è stata una notte davvero movimentata. Una banda composta da non meno di quattro persone, infatti, è stata scoperta in azione dai carabinieri e dalle guardie giurate della Fidelpol, e costretta alla fuga a piedi in mezzo alla terra brulla dei campi di grano radi per la raccolta da poco compiuta. Sono stati esplosi anche un paio di colpi di pistola in aria a scopo intimidatorio, ma alla fine i malviventi sono riusciti a dileguarsi.

Tutto ha avuto inizio intorno alle 2 di notte. Decisamente rocambolesca la storia, perché i piani dei malviventi sono stati sventati anche (ma non solo) per una circostanza fortuita. Qualche nottambulo, passando in zona con l’auto, sembra che abbia notato movimenti sospetti attorno a un campo fotovoltaico e s’è rivolto al 112.

Quasi contemporaneamente, la centrale operativa della vigilanza ha notato quattro individui attraverso le telecamere di videosorveglianza ed ha smistato quattro pattuglie in zona. Insomma, neanche il tempo di cominciare a "lavorare" e i ladri sono stati quasi accerchiati; semmai vi fosse qualcuno nelle vicinanze con un furgone o qualche altro tipo di mezzo, è più che probabile che sia scappato appena notate le guardie in arrivo.

I malviventi, dunque, avevano appena tagliato una porzione di recinto e avviate le operazioni, quando si sono visti rovinare la festa. Sono riusciti a sradicare ventidue pannelli di silicio, poi trovati gettati alla rinfusa. Perché, ovviamente, non hanno potuto fare altro che darsela a gambe fra le campagne.

I vigilanti, dal canto loro, hanno dovuto lasciare le auto e provare a inseguirli a piedi per un tratto. Ma avvicinarsi era davvero difficile, in mezzo alla terra, ed hanno dovuto desistere. Sul posto, per i rilievi, sono poi giunti i carabinieri dipendenti dalla compagnia di Gallipoli. In queste ore sono in via d’acquisizione i filmati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è certo una novità, l'episodio della notte scorsa. Gli impianti per l'energia alternativa sono sempre più spesso nel mirino dei malviventi. Il mercato nero è florido e quasi sempre questi furti avvengono su commissione. La refurtiva, destinata spesso all'estero.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento