rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Gallipoli

In trasferta a Gallipoli per rubare, coppia "pizzicata" con la refurtiva in auto

Gettoni rubati da una lavanderia, una fototrappola sottratta da una cava, nottolini per accendere auto. Nei guai due conviventi di Collepasso, denunciati dalla polizia

GALLIPOLI – Dalla fototrappola ai gettoni della lavanderia, tutto, evidentemente, faceva gola. E il sospetto è che in qualche circostanza si dedicassero anche ai furti d’auto, visto che sono stati trovati in possesso di vari nottolini di avviamento di diversi modelli di autovetture. Nei guai è così finita, per furto, ricettazione e possesso di arnesi per lo scasso, una coppia di conviventi di Collepasso. Sono stati denunciati a piede libero, in concorso, dopo essere stati “pizzicati” dagli agenti del commissariato di polizia di Gallipoli. Già, perché sembra che bazzicassero in cerca di prede proprio nella Città Bella.

C.M., 37enne, originario di Ugento e domiciliato a Collepasso (con precedenti, peraltro, per rapina a mano armata) e la convivente G.M., 33enne di Collepasso, sono stati sorpresi nel pomeriggio del 16 novembre scorso dai poliziotti gallipolini, impegnati in alcuni controlli proprio per contrastare il fenomeno dei furti in città, che sembra aver avuto ultimamente un’impennata. Tanto che i due sono stati notati a bordo di una Fiat Punto, proprio in una zona di Gallipoli particolarmente colpita dal problema.

Destando qualche sospetto, si è deciso di procedere a un controllo. Ed è così che, a bordo del mezzo, è stata trovata una telecamera del tipo fototrappola, dotata di pannello solare per la ricarica delle batterie di alimentazione. Era appena stata rubata da una cava per l’estrazione dei tufi. E non è tutto, perché i due avevano anche i già citati nottolini e anche diversi gettoni “spariti” dalla gettoniera di una lavanderia self-service della città. Alle fine, non potendo evidentemente negare l’evidenza, la coppia deve aver preferito dimostrarsi collaborativa, tanto da accompagnare i poliziotti nella pineta nella quale avevano abbandonato la gettoniera, dopo averla forzata e svuotata dei gettoni rinvenuti – appunto - nella loro auto.

Da notare che la coppia era stata immortalata dalla stessa fototrappola sottratta dalla cava, dalla quale la polizia scientifica ha estrapolato i fotogrammi. Inoltre, rintracciata la lavanderia derubata, sono state acquisite anche le immagini del circuito di sorveglianza. In queste, si nota un uomo con volto coperto nell’atto di forzare la gettoniera. E il 37enne ha ammesso di essere proprio lui il soggetto ripreso.

Così, mentre gettoni e gettoniera sono stati restituiti alla lavanderia e la fototrappola alla cava, la perquisizione è proseguita in casa della coppia, a Collepasso, dove gli agenti hanno sequestrato un forno da cucina. Sembra che nessuno dei due abbiano saputo fornire indicazioni sulla provenienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In trasferta a Gallipoli per rubare, coppia "pizzicata" con la refurtiva in auto

LeccePrima è in caricamento