rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Gallipoli / Via Mantova

Albero di Natale a fuoco in piena notte, donna si rifugia in casa della vicina

È successo a Gallipoli, in via Mantova. Una 46enne lievemente intossicata. Le fiamme, scaturite da un cortocircuito nel soggiorno, si sono alimentate anche perché hanno attecchito sul divano. Il rogo spento dai vigili del fuoco. Episodio identico si era verificato solo 24 ore prima nel centro storico

GALLIPOLI – Un cortocircuito, quasi sicuramente, nel soggiorno di casa, e le scintille che si sono sprigionate all’improvviso hanno provocato un vero e proprio incendio quando hanno attecchito sul divano. A quel punto, in pochi istanti, l’abitazione è stava invasa dal fumo e la proprietaria, che stava dormendo nella camera da letto, si è svegliata di balzo, sentendosi quasi soffocare. Uno choc, quando ha scoperto cosa stava accadendo. Impossibile intervenire da sola: colta dal panico, è scappata verso l’esterno e ha chiesto aiuto. È stata accolta in casa dalla vicina e da lì è partita la richiesta di soccorso ai vigili del fuoco.

È stata una notte davvero movimentata, quella vissuta a Gallipoli, in via Mantova, per una donna di 46 anni e gli altri residenti di una palazzina di quattro piani. Peraltro, ironia della sorte, la seconda di fila nella stessa cittadina in cui un incendio sia stato provocato da un malfunzionamento degli addobbi dell’albero di Natale. La sera precedente, infatti, identica situazione si era verificata nel centro storico.

Tutto è avvenuto intorno alle 3 di notte. Una volta che la donna si è messa in salvo all’esterno dell’appartamento, in cui l’aria era divenuta ormai irrespirabile e le fiamme rischiavano di avanzare ulteriormente, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento gallipolino. La squadra ha messo al sicuro l’immobile, spegnendo le fiamme, rimaste circoscritte al soggiorno, ma è chiaro che al momento l’abitazione non è agibile, pur non avendo subito danni strutturali.

Sul posto sono sopraggiunti anche i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile gli operatori del 118, questi ultimi chiamati in via precauzionale dagli stessi vigili del fuoco. La malcapitata, comprensibilmente scossa per l’accaduto, ha subito anche una lieve intossicazione.

A Gallipoli è il secondo caso in 24 ore

Si tratta, come detto, del secondo incendio a Gallipoli scaturito da problemi alle luci poste per adornare un albero di Natale. Era già accaduto solo poche ore prima in vecchia Corte Fondaco, nel cuore del centro storico, con la differenza che in quel caso, l’affittuario di casa, un 34enne, non era presente nel momento in cui è scoppiato l’incendio, perché ospite di amici per un compleanno. Nella notte appena trascorsa, invece, la situazione avrebbe potuto assumere una piega drammatica se la donna non fosse riuscita a mettersi in salvo subito fuggendo verso il pianerottolo, trovando rifiugio presso la vicina. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albero di Natale a fuoco in piena notte, donna si rifugia in casa della vicina

LeccePrima è in caricamento