rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Gallipoli

Incendio parte dai campi e minaccia tenute, evacuato per precauzione un resort

Vigili del fuoco al lavoro a Gallipoli sulla provinciale 52 che collega a Sannicola. Le fiamme hanno intaccato anche la vegetazione di due strutture ricettive. Sul posto pure la polizia per forti disagi nella viabilità

GALLIPOLI – Ritorna il caldo, si alza anche il vento e, immancabilmente, scoppiano i roghi nelle zone di campagna. Come quello divampato nel pomeriggio di oggi a pochi chilometri da Gallipoli, lungo un itinerario in questo periodo molto trafficato, anche perché vi sorgono diverse strutture turistiche, due delle quali sono state lambite dalle fiamme che, se non sono riuscite a farsi ulteriormente largo all’interno dei loro ampi giardini, si deve solo grazie al risoluto intervento dei vigili del fuoco.

Le fiamme sono divampate all’improvviso nelle zone rurali ai margini della strada provinciale 52, una delle arterie di raccordo fra Gallipoli e il limitrofo comune di Sannicola. Spinto dal vento e con l’aridità di una giornata oggi particolarmente calda nelle ore di punta, il fuoco ha finito così per colpire parte della vegetazione del Gallipoli Resort, quella più esposta alla strada.

Sul posto sono arrivati, in breve, i vigili del fuoco del distaccamento gallipolino – la cui caserma si trova proprio sulla provinciale 52, quasi all’ingresso della Città Bella – e, ma solo per pura precauzione, è stato evacuato il resort. Non solo. Continuando a marciare, prima che si riuscisse ad avere del tutto ragione di esse, le fiamme sono arrivate a intaccare anche alcune palme di un’altra struttura ricettiva, Tenuta Espada, che dal Gallipoli Resort dista meno di 800 metri. In questo secondo caso, non c’è stata necessità di evacuazione.   

La situazione, oltre ai danni, da conteggiare, ha provocato anche molto disagio alla circolazione stradale, che ha subito forti rallentamenti. Sul posto sono così intervenute anche le volanti di polizia del commissariato, soprattutto per regolare la viabilità. Le fiamme, alla fine, sono state spente, ma i vigili del fuoco hanno continuato a operare ancora a lungo per bonificare tutta la zona, anche perché si correva il rischio di una propagazione verso altre aree.

Il rogo, infatti, aveva iniziato a estendersi verso la vicina Contrada Narni, prosecuzione di via Scalelle, che collega ad Alezio. Tanto è stata interrotta anche la tratta ferroviaria delle linee Sud Est fra Alezio e Gallipoli, in attesa che le operazioni di spegnimento fossero terminate. Con i vigili del fuoco di Gallipoli hanno operato anche i volontari del distaccamento di Ugento e l'antincendio boschivo di Lecce. In supporto, due autobotti.    

Tutto s’è concluso senza feriti, tantomeno intossicati. Resta da capire quale sia stata l’origine dell’incendio, ma, come sempre, è davvero molto difficile pensare a fenomeni di autocombustione. Che siano di natura colposa o dolosa, quasi sempre dietro a questi fenomeni c’è la mano dell’uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio parte dai campi e minaccia tenute, evacuato per precauzione un resort

LeccePrima è in caricamento