Cronaca

Giallo: tritolo e droga nell'auto dell'assessore

Melissano: Stefano Scarcella, che detiene la delega alla Cultura ha trovato gli involucri tra i sedili della sua Punto. Per i carabinieri un "semplice" scambio di persona. E intanto s'indaga

Il giallo resta, anche se prevale l'ipotesi dello scambio di persona. E soprattutto lo scambio dell'auto nella quale "depositare" il delicato carico di tritolo e droga. Si indaga a Melissano dopo il ritrovamento di due panetti di tritolo e otto grammi di cocaina trovati sotto i sedili dell'auto dell'assessore del comune ionico, Giuseppe Stefano Scarcella. Tra incredulità e ipotesi al vaglio dei carabinieri della stazione di Melissano e della compagnia di Casarano, lo stesso amministratore taglia corto: "Si è trattato sicuramente di uno scambio di persona, o meglio qualcuno ha scambiato la mia auto come il luogo dove consegnare i suoi pacchetti. Non ci sono altre spiegazioni". E anche il sindaco Roberto Falconieri e i militari propendono verso questa pista: non si tratterebbe infatti di un gesto intimidatorio o del tentativo di mettere nei guai il 28enne assessore alla Cultura e al tempo libero del Comune di Melissano, ma piuttosto di un "semplice" scambio di persona. La stranezza ancora da chiarire è che la serratura dello sportello di guida della Punto è stata evidentemente forzata, ma la vettura, terminate le operazioni di "consegna", è stata richiusa a chiave. Per far rientrare tutto nella normalità. Non un avvertimento dunque, ma una vera e propria spedizione commissionata.


E' stato lo stesso assessore a fare l'inaspettata scoperta nel pomeriggio di ieri, quando si apprestava a ripartire con la sua auto parcheggiata come sempre nei pressi dell'abitazione che si trova nella periferia del paese. Subito è partita la denuncia ai carabinieri che hanno recuperato i panetti di mezzo chilo di tritolo e la droga e avviato le indagini. Verosimilmente nella notte tra mercoledì e giovedì, qualcuno ha forzato la portiera della Punto dell'assessore e depositato al suo interno la cocaina e i panetti di esplosivo privi di innesco. Ma avrebbe commesso un fatale errore: non era l'auto giusta. I carabinieri stanno cercando di capire a chi era destinato quel carico e ovviamente chi è stato l'autore della spedizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo: tritolo e droga nell'auto dell'assessore

LeccePrima è in caricamento