Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Tentò la rapina, fu bloccato dal commerciante. Ora la pena è definitiva

Gianni De Vitis, 51enne, originario di Lizzanello, arrestato dalla squadra mobile. Cercò di sottrarre i soldi dalla cassa del negozio "Dribbling" di via Salandra, ma la reazione del gestore lo costrinse a fuggire senza malloppo

 

LECCE – Finisce in arresto Gianni De Vitis, 51enne, originario di Lizzanello, residente a Lecce. Gli agenti della squadra mobile di Lecce l’hanno ammanettato, in esecuzione della sentenza emessa il 15 giugno del 2010 dal gup del tribunale di Lecce, confermata dalla Corte d’appello in modo definitivo il 15 febbraio 2012.

L’uomo è stato fermato nelle prime ore del pomeriggio. La pena complessiva è di tre anni e quattro mesi di reclusione per un tentativo di rapina nel negozio di abbigliamento “Dribbling” di via Salandra, nel capoluogo, avvenuta il 22 aprile del 2009, episodio per il quale, all’epoca dei fatti, si rese de vitis gianni-2irreperibile e, in seguito, fu sottoposto agli arresti domiciliari.

Si accertò che De Vitis, armato di un grosso coltello da macellaio, dopo aver minacciato il gestore del negozio, gli intimò di consegnare tutto quello che aveva in cassa. Il commerciante ebbe però una reazione istintiva: gli bloccò il braccio, facendolo desistere, tanto che De Vitis si diede alla fuga a mani vuote.  Le indagini, svolte dai poliziotti, consentirono di identificare l’uomo e di consegnarlo nelle mani della giustizia.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentò la rapina, fu bloccato dal commerciante. Ora la pena è definitiva

LeccePrima è in caricamento