Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Giardini di Atena, la lettrice si scusa per l'equivoco generato e chiarisce i fatti

Dopo la segnalazione dell'amministratrice del complesso, che aveva chiesto la pubblicazione della smentita su di un post inviato nel forum da un'utente, quest'ultima scrive chiarendo meglio la vicenda e l'equivoco generato

LECCE – Tutto era nato da un post di una lettrice nel forum riservato agli utenti iscritti, nello spazio social. Con tanto di doverosa smentita dell’amministratrice del complesso Giardini di Atena, Marianna Pettograsso. Un avviso, secondo il quale, non sarebbe più possibile fumare nel complesso, compresi spazi esterni. Un messaggio talmente curioso da sembrare più uno scherzo, che un fatto vero. Tant’è che la stessa persona che aveva inserito il post, Debora Palazzo, che lì risiede, nello scusarsi per l’equivoco che s’è venuto a creare, ha inviato una mail alla redazione, chiedendo di poter fornire una versione più accurata dei fatti.

“Tengo a precisare che non intendevo attribuire la paternità del primo bigliettino alla direzione e gestione dei Giardini D'Atena – dice la signora Palazzo -, ma sta di fatto che il giorno successivo al rinvenimento del primo bigliettino ce n'è stato recapitato uno nuovo (allegato alla presente) con il quale la direzione disconosceva la provenienza del primo biglietto. Tengo a precisare inoltre che non era mia intenzione offendere l'immagine e la professionalità di un residence nel quale vivo da anni; tant'è che il giorno successivo al ritrovamento del secondo biglietto ho anche tentato di eliminare il post pubblicato su LeccePrima, non riuscendoci. Resta inteso che il mio unico intento era quello di vedere rispettato una mia

libertà personale "di fumatrice" che non lede alcun diritto altrui”.

Insomma, è lecito credere che qualcuno abbia voluto fare uno scherzo, recapitando sotto la porta di qualche residente un messaggio palesemente falso. Il confronto fra i due avvisi, quello evidentemente fasullo e quello reale, con la smentita, balza agli occhi subito per una differenza sostanziale: il primo è sostanzialmente anonimo, il secondo riporta timbro e firma della General Service, la società che gestisce il plesso, e dell’amministratrice.

Da parte nostra, ringraziando la dottoressa Pettograsso per la segnalazione del post e la signora Palazzo per la pronta rettifica della sua prima segnalazione, nella speranza che l’equivoco sia chiarito definitivamente, cogliamo l’occasione per invitare tutti gli utenti del forum ad attuare sempre prudenza e svolgere una verifica sostanziale dei fatti, prima di scrivere. Ad ogni modo, in caso di problemi, qualora non riusciste ad eliminare un post, contattate sempre la redazione all’indirizzo e-mail o al numero di telefono.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardini di Atena, la lettrice si scusa per l'equivoco generato e chiarisce i fatti

LeccePrima è in caricamento