Cronaca Gallipoli

Gioco d'azzardo e videopoker, blitz e sequestri

Fra Gallipoli e Nardò denunce e sequestri di videopoker. Trovato anche un motorino rubato un anno addietro nella cittadella universitaria. Deferito a piede libero un giovane per spaccio di droga

commissariato_di_Gallipoli

Durante le festività natalizie, come ben risaputo, l'antico vizio del gioco d'azzardo riesplode in tutto il Salento. La provincia di Lecce, peraltro, è ben nota proprio per il gioco e proprio in tale ambito le forze dell'ordine stanno intensificando in questi giorni l'attività di controllo, specie in circoli privati. Proprio durante una di queste verifiche, nel centro di Gallipoli, gli agenti del commissariato locale hanno rinvenuto quattro apparecchi d'intrattenimento non rispondenti alle caratteristiche e alle prescrizioni. I classici videopoker illeciti. Gli apparecchi sono stati sequestrati e nei confronti del presidente del circolo, M.T, 34enne, è stata elevata una sanzione amministrativa di ben 8mila euro. Apparentemente gli apparecchi risultavano conformi e rispondenti alle autorizzazioni in possesso, tuttavia, dopo un accurato controllo, gli agenti hanno rinvenuto, nascosto in una anfratto ricavato nel bancone, un telecomando che opportunamente azionato spegneva simultaneamente gli apparecchi che riproducevano i giochi illeciti. Il successivo impulso del telecomando rimetteva in funzione gli stessi apparecchi sui quali comparivano quindi i giochi normali. Al momento dell'intervento, nella sala, erano presenti tre persone davanti ai videogiochi.

Già due giorni addietro, questa volta a Nardò, i carabinieri della stazione locale, coordinati dal comando compagnia di Gallipoli, avevano proceduto al controllo di un circolo ricreativo in via Galliano, sequestrando tre apparecchi elettronici del genere vietato e denunciano a piede libero quattro persone per " installazione e messa in funzione di apparecchi elettronici del genere vietato e agevolazione del gioco d'azzardo". Nella circostanza sono stati sequestrati i macchinari ed è stata avanzata la proposta per la chiusura dell'esercizio. Il controllo, peraltro, è nato in seguito ad alcune telefonate pervenute al 112 da parte di donne disperate per le continue perdite di denaro dei mariti e dei loro figli, segnalando per l'appunto questo locale come luogo dove i loro cari perdevano considerevoli somme di denaro al gioco.

E tornando a Gallipoli, nella zona 167, durante un controllo, la polizia ha notato la presenza di numerosi giovani già noti per il consumo di droghe. Da qui, la supposizione di un'intensa un'attività di spaccio in zona ed un servizio mirato, per individuare il luogo preciso del presunto commercio. Gli agenti hanno così scovato nell'abitazione di A.V., 25enne, già noto per precedenti in materia, 30 di marijuana che è stata sottoposta a sequestro. Il giovane è stato denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. E invece di ricettazione risponde un altro volto noto alle forze dell'ordine, S.D.R., 33enne gallipolini, che è stato trovato in possesso di un motociclo modello Sym Hd 125 Evo risultato rubato presso la città universitaria di Lecce nientemeno che nel gennaio 2008. Il motociclo, in perfetto stato d'uso e senza un graffio, è stato restituito al legittimo proprietario (che probabilmente non si attendeva più di recuperarlo, peraltro tenuto in ottime condizioni?), mentre l'uomo è stato denunciato all'autorità giudiziaria. A Lecce, infine, due i furti perpetrati ieri pomeriggio. I ladri hanno svaligiato gli appartamenti - uno sopra l'altro - di una palazzina, in via Piero Bargellini. I banditi hanno approfittato dell'assenza dei proprietari per agire. I bottini sono piuttosto modesti. Sono stati portati via un po' di monili e alcuni elettrodomestici. E' caccia ad un'utilitaria di colore scuro. Indagano gli agenti delle volanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioco d'azzardo e videopoker, blitz e sequestri

LeccePrima è in caricamento