Cronaca Via dell'Aquilone

Giorgilorio, ennesima auto in fiamme. Ma l'origine non è chiara

Una Smart distrutta dalle fiamme divampate intorno alle 2. Coinvolta anche un altro veicolo, posteggiato nelle vicinanze. Entrambe le auto di proprietà di una donna. Nella zona sono ormai decine i fatti analoghi in pochi mesi

 

GIORGILORIO (Surbo) – Momenti di paura, nella notte, a Giorgilorio, frazione di Surbo, per un’auto andata a fuoco, con le fiamme che si sono estese a un altro veicolo. L’allarme ai vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce è arrivato intorno alle 2 di notte. Una squadra s’è diretta sul posto, in via Dell’Aquilone, lunga traversa di via Dei Pini, la strada principale del moderno sobborgo alle porte del capoluogo, per spegnere il rogo, sulle cui cause ancora non si hanno certezze.

Secondo i primi accertamenti, l’incendio è divampato da una Smart, finendo per coinvolgere anche una Peugeot 207, andata parzialmente bruciata nella parte posteriore. Il primo veicolo, invece, è stato completamente distrutto ed è ormai da rottamare. Entrambi i veicoli sono di proprietà di una vedova del posto, 45enne. In via Dell’Aquilone, per le indagini, si sono diretti i carabinieri della stazione locale e del nucleo radiomobile di Lecce.

Non si esclude un guasto meccanico, all’origine, anche se il problema delle auto andate in fiamme, fra Surbo e Giorgilorio, sta assumendo contorni piuttosto grossi. Quello che fa impressione, infatti, sono i numeri: in meno di un anno, una decina di automobili devastate da roghi, spesso dolosi. L’ultimo episodio, esattamente un mese addietro. I carabinieri stanno indagando da tempo sul fenomeno e sembra che abbiano tracciato una pista, almeno per alcuni di questi episodi, specie quelli avvenuti all’inizio dell’anno.

Secondo gli investigatori, qualunque sia la natura degli ultimi due incendi, quello di questa notte e l’altro, del mese, scorso, non rientrerebbero, comunque, in alcun modo con l’indagine in corso.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorgilorio, ennesima auto in fiamme. Ma l'origine non è chiara

LeccePrima è in caricamento