rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca Calimera

Nel giorno del Concertone si spegna la "Simpatichina", voce della tradizione

Niceta Petrachi aveva 92 anni. Originaria di Melendugno, si era poi trasferita a Lecce negli anni Sessanta. Per lei un tributo dal palco di Melpignano

CALIMERA - Si è spenta a Calimera a 92 anni Niceta Petrachi, detta “La Simpatichina”. Originaria di Melendugno, ha trascorso a Lecce gran parte della sua vita dopo aver trascorso la giovinezza nei campi.

È stata una delle principali custodi della tradizione musicale salentina e per questo è stata fonte di ispirazione per gran parte degli attuali protagonisti della scena musicale locale, che hanno avuto modo di conoscerla e frequentarla: da Alessia Tondo a Enza Pagliara, da Ninfa Giannuzzi ad Alessandra Caiulo, da Daniele Durante a Luigi Chiriatti.

La sua voce è incisa nell’album “Musiche e canti popolari del Salento”, del 1977, dove è presente con i brani “La cerva” e “Pizzicarella”. In “Malachianta”, del 2013, esegue tutti i dodici brani (con Luigi Chiriatti). Amica di Rina Durante e come lei originaria di Melendugno, la ritrovò a Lecce dove Niceta ebbe modo di conoscere Vittorio Pagano e Giovanna Marini.

Proprio lo scorso anno le fu dedicato, con la voce di Enza Pagliara, un omaggio durante il Concertone della Notte della Taranta che, ironia della sorte, è in programma proprio per questa sera, a Melpignano. Alla “Simpatichina” sarà tributato un ricordo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel giorno del Concertone si spegna la "Simpatichina", voce della tradizione

LeccePrima è in caricamento